PUNTO PRIMAVERA – Polo firma il pareggio nel derby. Un punto anche in 9 con il Varese!

PUNTO PRIMAVERA – Polo firma il pareggio nel derby. Un punto anche in 9 con il Varese!

di

di Daniele Fiori. Segui @FioriDaniele

Milan Inter Primavera 1-1 

Milan Inter Primavera finisce in parità: il derby giocato mercoledì 9 aprile al “Vismara” ha visto le due compagini milanesi equivalersi sul terreno di gioco nell’arco complessivo dei 90 minuti. Più pimpante però la squadra di Cerrone rispetto ai ragazzi di Inzaghi: i nerazzurri hanno assaporato anche la possibilità della vittoria e hanno regalato il gol agli avversari, a causa dell’ennesima sbavatura in fase difensiva. In realtà l’Inter è uscita dalla sfida ridimensionata in positivo: ha dimostrato infatti di valere le qualità della squadra vincitrice del Torneo di Viareggio e di essere quindi pronta per affrontare i play-off scudetto da protagonista. Purtroppo dovrà farlo molto probabilmente partendo dalla quarta posizione in campionato: il pareggio ottenuto sabato 12 aprile con il Varese ha compromesso anche il cammino verso il terzo posto, visto che i cugini hanno ancora un match da recuperare e mancano appena due giornate al termine della stagione regolare.

LA PARTITA IN PILLOLE – Match molto sentito quello che vede di fronte Milan e Inter Primavera: d’altronde, anche se si gioca di mercoledì pomeriggio e tra “baby” calciatori, il derby è pur sempre un derby. Ad affrontare meglio la gara sono i ragazzi di mister Inzaghi, che si rendono subito pericolosi su situazioni da calcio d’angolo. Sulla prima di queste Pinato andrebbe anche in rete, ma un evidente fallo in attacco porta il signor Marini ad annullare la marcatura. L’Inter prova a rispondere: salgono in cattedra i due pezzi da novanta dei nerazzurri. Botta porta palla sulla trequarti e poi serve Polo, che velocissimo riesce ad anticipare il diretto marcatore e calciare di sinistra: Gabriel però risponde con un gran riflesso. L’Inter cresce e si rende pericolosa in più occasioni prima con Botta e poi con Bonazzoli. Anche capitan Eguelfi potrebbe portare in vantaggio i suoi, ma il suo bel sinistro da fuori esce a lato di una manciata di centimetri. Passa appena un minuto e la coppia Paramatti-Sciacca combina la frittata: sul rinvio maldestro la palla finisce a Pinato che dopo pochi metri spara sotto la traversa. Così, con una bella dose di fortuna, al 38′ il Milan è in vantaggio. I nerazzurri non si scoraggiano e continuano a macinare gioco: altre due occasioni capitano sui piedi di Camara, che prima calcia alto e poi trova l’opposizione di Gabriel.

I ragazzi di Cerrone rientrano dagli spogliatoi consapevoli di non meritare lo svantaggio e ricominciano a giocare come avevano finito: attaccando. Prima Botta prova a trovare la via del gol da solo, ma il suo destro a giro non ha fortuna. Poi decide di trasformarsi in assist-man e serve a Polo un bellissima palla: il peruviano calcia in diagonale e trova il fondo della rete. Al 9′ il punteggio è di nuovo in parità. Il Milan reagisce con una bella punizione di Benedicic, ma poi è di nuovo Botta a rendersi pericoloso con un calcio d’angolo insidioso, sullo sviluppo del quale anche Eguelfi rischia di segnare con un tiro-cross deviato che per poco non si infila alle spalle di Gabriel.  Al 77′ Cerrone prova a rinvigorire l’attacco, inserendo Puscas e Tassi al posto di Bonazzoli e Botta (infortunato). La partita però comincia a spegnersi sotto il peso della tensione e della stanchezza: l’attaccante rumeno è il più agguerrito e nel recupero potrebbe anche risolvere la gara, ma Simic in scivolata lo anticipa benissimo fissando di fatto il punteggio sull’1-1.

MILAN-INTER 1-1 Marcatori: 38′ Pinato, 7’st Polo MILAN: Gabriel; Calabria, Pacifico, Simic, Tamas; Mastalli, Piccinocchi, Benedicic; Pedone (17’st Fabbro), Barisic (40’st Vassallo), Pinato. A disposizione: Gori, De Santis, Modic, Saporetti, Iotti, Felicioli, Lo, Aniekan, Ferrari. Allenatore: Filippo Inzaghi INTER: Ivusic; Longo, Sciacca, Paramatti, Eguelfi; Dabo, Palazzi; Camara, Botta (32’st Tassi), Polo (90′ Mira); Bonazzoli (32’st Puscas). A disposizione: Maniero, Pinton, Yao, Tassi, Gaiola, Baldini, Ventre, Puscas, Bigotto, Capello, Acampora. Allenatore: Salvatore Cerrone

HIGHLIGHTS DEL MATCH: [youtube]http://youtu.be/lpOVdxB367U[/youtube]

Varese Inter Primavera 1-1

PARI ANCHE CON IL VARESE – Sabato l’Inter torna in campo in terra piemontese ospite del Varese: gara valida per la 11^ giornata del girone B. Per l’Inter una vittoria sarebbe importante in ottica classifica, ma i padroni di casa non hanno nessuna intenzione di fungere da vittima sacrificale. I ragazzi di Cerrone, pronti fisicamente in campo grazie al turn-over, sono costretti a scontrarsi con la difesa del Varese: i primi 45 minuti sono frustanti per i baby nerazzurri. L’unica vera scossa è una punizione di Tassi da circa 30 metri, che però trova l’opposizione di Bordin. Ma come nei migliori film, nel recupero arriva la beffa: il direttore di gara si assume la responsabilità di assegnare un calcio di rigore ai padroni di casa per un presunto fallo su Cornacchia. La decisione si presta a molti dubbi, ma nonostante questo Longo, l’autore del fallo, ne fa le spese con l’espulsione diretta. Sul dischetto si presenta il portiere Bordin, che fredda senza problemi Maniero. Comincia la ripresa e l’Inter è ancora costretta a rincorre, ma questa volta anche in inferiorità numerica. La chance però arriva anche ai nerazzurri: al 64′ Oliveri assegna un penalty per un fallo di mano in area biancorossa. A calciare è Camara, che però si fa respingere la conclusione dall’estremo difensore. La delusione è tanta, ma l’andamento della gara non cambia: l’Inter continua comunque ad attaccare, mentre il Varese si accontenta di difendere il risultato nella propria metà campo. La frustrazione però sale: al 40′ anche Dabo viene espulso per doppia ammonizione. La partita sembra ormai persa, ma non va mai sottovaluto l’orgoglio dei ragazzi di Cerrone. Camara ha qualcosa da farsi perdonare: al 95′ entra in area da destra sfruttando l’errore di un difensore avversario e questa volta il suo diagonale è imparabile. All’ultimo minuto l’Inter acciuffa così un insperato pareggio: una grande prova di forza e di carattere, che denota la caparbietà e l’unità di questo gruppo, anche nei momenti di difficoltà.

VARESE-INTER 1-1 Marcatori: 46′ Bordin (rig.), 95′ Camara VARESE: Bordin; Ruzzementi, Simonato, Nchama, Simonetto, Di Stefano, Galliani, Gjonaj (45’st Grazioso), Cornacchia, Guacci (29’st Legnani), Keita (20’st Romano). A disposizione: Calvaruso, Cerrone, Lercara, Balconi. Allenatore: Maurizio Ganz. INTER: Maniero; Longo, Sciacca, Yao, Eguelfi; Dabo, Tassi (5’st Pinton); Camara, Acampora, Polo (29’st Capello); Puscas (26′ Bonazzoli). A disposizione: Ivusic, Costa, Paramatti, Gaiola, Baldini, Mira, Ventre, Bigotto. Allenatore: Salvatore Cerrone

LA CLASSIFICA del GIRONE B:

  1. Chievo Verona 57
  2. Atalanta 53
  3. Milan 47 (una partita in meno)
  4. Inter 46
  5. Udinese 41
  6. Brescia 38
  7. Hellas Verona 34 (una partita in meno)
  8. Padova 33
  9. Cagliari 32
  10. Varese 30
  11. Pescara 27
  12. Ternana 16
  13. Virtus Lanciano 9
  14. Cittadella 2
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy