Inter, senti Cabrini: “Serie A equilibrata? Il 70% del merito è dei nerazzurri”

Inter, senti Cabrini: “Serie A equilibrata? Il 70% del merito è dei nerazzurri”

Antonio Cabrini ha parlato ai microfoni di TeleRadioStereo. L’ex azzurro è intervenuto sull’Inter e sulla sua capacità di stare incollata alla Juventus in classifica

di Alfredo Novello

L’ex terzino della Juventus e della Nazionale italiana, Antonio Cabrini, è intervenuto ai microfoni di TeleRadioStereo. Cabrini ha toccato diversi temi, partendo dal campionato di Serie A, alle chance che ha l’Inter di vincere lo scudetto, fino all’ex Zaniolo e al suo cammino in maglia giallorossa.

Riguardo il campionato: “Sicuramente è un campionato un po’ più tirato rispetto a quelli delle ultime stagioni. Ovvio che la squadra da battere è sempre la Juventus che è quella che ha vinto di più negli ultimi anni. Mi fa piacere che ci sia una squadra come l’Inter sempre lì a combattere con i bianconeri, ma ci sono anche altre squadre che stanno facendo bene e se la possono giocare. Bisognerà vedere ora il girone di ritorno, che sarà molto impegnativo”.

Sulla competitività del campionato: “Per il 70% è merito dei nerazzurri e di Conte e 30% demerito della Juventus. Chi conosce Conte sa che se ha gli elementi giusti è il dodicesimo uomo in campo”. Infine le parole su Zaniolo e Pellegrini: “Sono due ragazzi che fanno ormai parte della Nazionale, hanno la possibilità di crescere ancora tantissimo perché sono giovanissimi e hanno quindi davanti a loro un’autostrada, ma dipende soltanto da loro. Il loro futuro è nelle mani di questi due ragazzi. Spero che non si adagino perché sono alla Roma, devono avere una mentalità da professionisti”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE MERCATO – Young sempre più nerazzurro. Politano-Milan ai dettagli. Marotta: “Vidal è un obiettivo”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy