Conferenza Inter-Lione, Spalletti: “Stasera summit di mercato. Se parte Perisic ne arriva uno forte”

Luciano Spalletti e Antonio Candreva parlano in conferenza stampa alla vigilia di Inter-Lione

di Federico Spagna, @federico_spagna

Domani i nerazzurri scenderanno in campo per la partita dell’International Champions Cup tra Inter Lione. L’incontro si giocherà a Nanchino alle ore 14:05 italiane (le 20:05 locali). A presentare la partita amichevole sono l’allenatore Luciano Spalletti e Antonio Candreva.

Queste le dichiarazioni di Spalletti su Inter-Lione: “Giocare ad alta intensità con queste temperature è difficile, si può sopperire con la tecnica. Nell’ultima partita ho visto progressi, mi aspetto che vengano confermati in Inter-Lione. Cambieremo qualcosa, Kondogbia è a disposizione, in Inter-Lione Borja Valero sarà titolare così come Murillo. Dovrò valutare qualcosa in mediana in base alla condizione fisica di ognuno. Chiaramente, giocando così tanto in pochissimi giorni e con solo 3-4 allenamenti, non è semplice. Abbiamo analizzato Inter-Schalke in video, dialogando molto con la squadra sulla strada da seguire anche in Inter-Lione. Icardi non sarà della partita. Non può ancora giocare. Sta recuperando da un infortunio dal quale non ha ancora recuperato”.

Sul calciomercato dell’Inter: Stasera dopo l’allenamento avrò un summit coi direttori per il mercato. Dal mio punto di vista il discorso è molto semplice: Perisic è un giocatore importante per me, poi bisogna chiedere a lui come sta vivendo questo interesse da parte del Manchester United. Questo è sicuramente positivo, vuol dire che il giocatore è forte. Ma allo stesso tempo ci sono dei direttori che gli hanno fatto siglare un contratto, lui deve rispettare. Poi, se l’Inter dovesse accettare un certo tipo di richiesta, andremmo a prendere un giocatore altrettanto importante. Per ora le cose stanno andando in modo corretto; l’Inter ha traguardi e obiettivi ambiziosi”.

Sul mercato delle altre squadre e l’acquisto di Bonucci da parte del Milan il tecnico nerazzurro ha risposto: “Parliamo di squadre che sono già abbastanza importanti, quindi possono permettersi delle cessioni importanti. E non è la prima volta, penso a Pogba a suo tempo. Allo stesso tempo, hanno incassato tanti soldi e non sarà facile sostituire uno come Bonucci, un giocatore con tanta personalità”.

Le parole di Candreva: “Sono orgoglioso di indossare questa maglia, ho sposato un progetto importante e sono felice di essere qui. Questa maglia ha una storia importante da onorare ogni volta che la si indossa. Fa piacere l’accostamento al Chelsea ma ad oggi non c’è assolutamente niente. Poi ci penserà la società nel caso di offerte. L’importanza del gruppo Suning si percepisce. Abbiamo anche tantissimi tifosi che ci seguono e ci fa piacere “.

EDITORIALE: IL TOP PLAYER DELL’INTER È LUCIANO SPALLETTI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy