Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Moratti: “Messi-Inter? Nessun sogno è proibito. Parlare di calcio adesso stride con il dramma del pianeta”

L'ex presidente nerazzurro ospite della trasmissione Radio Anch'io Sport

Antonio Siragusano

"Ospite speciale del consueto appuntamento mattutino di inizio settimana con Radio Anch'Io Sport, Massimo Moratti pochi minuti fa è intervenuto in collegamento telefonico. L'ex numero uno dell'Inter ha offerto la sua opinione sulla possibile ripresa o meno del campionato di Serie A, contestualizzando il suo pensiero al dramma che tutto il mondo sta vivendo. Infine, poi, una battuta in pieno stile Moratti sul sogno Messi da sempre coltivato da presidente dell'Inter.

Le sue parole: "Parlare di calcio un po' stride con il dramma del pianeta. Diversi dei sacrifici della Serie A dovrebbero poi essere trasmessi al mondo dilettantistico. Il vero problema, in questo momento, sono le società. E il mondo industriale non può aiutare, dovendo risolvere problemi all'interno. Queste squadre sono fondamentali per la società e i ragazzi". 

LA STAGIONE - "Cosa fare? Non saprei, non ho capito se finire la stagione sia diventato un obbligo internazionale. E' cambiato tutto, si devono stilare regole diverse, non ci si può affidare a vecchie regole. Servono fantasia e coraggio di fare regole nuove. Ceferin insiste sul finire i tornei, ma questa normalità non c'è più".

"CAMPIONATO - "Arrivare a 22 squadre? Sarebbe forse la cosa giusta, per considerare le squadre promosse dalla Serie B. Ma diventerebbe un campionato lunghissimo, non so quanto riusciremmo a mettere insieme i pezzi".

NODO INGAGGI - "In un determinato momento chiesi ai miei giocatori di spalmare l'ingaggio e lo fecero. Fosse capitato a me, avrei cercato di parlare con loro, i giocatori si rendono conto. Le cifre risparmiate servono alla società civile e alle categorie minori".

RIPARTENZA - "Quando si tornerà alla normalità, negli stadi bisognerà avere un'attenzione spaventosa. Per concludere un campionato bisogna fare un sacrificio ed è un rischio notevole. Se non si finisse, nasceranno tentativi di difendere la propria parte".

MESSI-INTER - "Credo non sia per nulla un sogno proibito.  E forse non lo era nemmeno prima di questa disgrazia. Messi è a fine contratto e certamente sarebbe uno sforzo da parte della società per portarlo a casa. Questa situazione non so se cambi in positivo o negativo questo obiettivo. Credo che a fine anno vedremo cose abbastanza strane". 

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/inter-news-live/