Passioneinter.com
I migliori video scelti dal nostro canale

inter news

Mudingayi e l’album dei ricordi nerazzurri: “Zanetti era impressionante. Ecco cosa non è andato con Coutinho”

Il centrocampista belga, all'Inter dal 2012 al 2014, si racconta su Instagram

Redazione Passione Inter

"La quarantena è anche l'occasione per rimettere ordine in casa e, quindi, rispolverare anche vecchi album dei ricordi finito un po' nel dimenticatoio. Così, in questi giorni, tanti calciatori si raccontano nelle varie dirette sui social ripescando tanti aneddoti dal passato. Oggi è la volta di un ex interista come Gaby Mudingayi, passato in nerazzurro dal 2012 al 2014, che live su Instagram con il sito Gianlucadimarzio.com racconta il suo arrivo all'Inter: "Ho avuto la fortuna di arrivare all'Inter dopo il Triplete con tutti i più grandi, allenarmi con loro era un orgoglio. Imparare da questi campioni era bellissimo. Sono stato accolto da Dio da Zanetti, Samuel, Cambiasso, Sneijder... Mi hanno fatto sentire subito a mio agio e non vedevo l'ora di andare in campo e allenarmi con loro - racconta Mudingayi che poi aggiunge -. Chi mi ha impressionato? Tutti, ma Zanetti soprattutto. Uno che ha vinto tutto, poi vederlo in allenamento e come si allena… Impressionante. Il più forte con cui ho giocato? Tecnicamente Sneijder, poi anche Cassano. Ho giocato con Coutinho che tecnicamente era devastante, anche Kovacic. Poi Diamanti, Ramirez, tutti tecnicamente molto forti".

"La chiosa è proprio su Coutinho, che nonostante la grande tecnica all'Inter non ha sfondato: "Vedevo in allenamento che era molto talentuoso, faceva le cose più difficili con una semplicità clamorosa, si vedeva che era forte. All'epoca era un po' timido, non riusciva ad esprimersi al massimo secondo me e quando è andato via ci è riuscito. Penso che l'Inter non ci abbia puntato per quello, non l'ha visto subito pronto. A livello tecnico si vedeva che era un giocatore ottimo per il futuro".

https://www.passioneinter.com/notizie-nerazzurre/inter-news-live/