OCCHI SULL’AVVERSARIO – La sorpresa della Serie A, il sogno europeo e Kumbulla: il Verona in cinque punti

Questa sera i nerazzurri saranno in campo contro i veneti alle ore 21:45

di Raffaele Digirolamo, @RaffaDigi97

Superare la delusione dovuta all’amara sconfitta subita in casa contro il Bologna per scacciare le paure e rilanciarsi in campionato. È questo l’obiettivo dell’Inter che questa sera, alle ore 21:45,  sarà in campo allo stadio Bentegodi per la sfida contro l’Hellas Verona. Di seguito la presentazione dei veneti in cinque punti.

L’ANDAMENTO DELLA SQUADRA E IL SOGNO EUROPEO

Non erano molti coloro che ad inizio stagione avrebbero scelto di puntare sul neopromosso Verona allenato da Ivan Juric. Il tecnico croato, stupendo tutti, ha saputo costruire un gioiellino quasi perfetto, mischiando al meglio i giovani presenti nella sua rosa con i calciatori esperti, muovendo perfettamente le sue pedine in mezzo al campo. Corsa ed intensità hanno contraddistinto il gialloblu, che hanno iniziato a scalare la classifica, arrivando a ridosso della zona Europa.

Un sogno che tutt’ora anima l’intera tifoseria, che crede all’impresa nonostante il brusco stop maturato nell’ultima giornata. Complice la stanchezza ed il turnover, la squadra gialloblu è crollata sotto i colpi del fanalino di coda Brescia con una prova decisamente incolore, facendo un balzo indietro in classifica che ha rallentato la corsa verso il secondo torneo continentale.

Quella contro i lombardi è stata la seconda sconfitta per gli uomini di Juric dalla ripresa del campionato, dopo quella casalinga contro il Napoli dello scorso 23 giugno. Ma a queste sono state affiancate anche due vittorie, una sudatissima con il Parma e una con il Cagliari, mentre la sfida con il Sassuolo è terminata con un rocambolesco 3-3.

LA STELLA AMBRABAT

Non ha ancora segnato una rete in questo campionato, ma Sofyan Ambrabat è stato il polmone ed il cuore del Verona che ha stupito l’intera Serie A. Durante la pausa dovuta al Coronavirus il giocatore ha dimostrato di non aver perso qualità e ritmo, tornando fra i protagonisti fin dalla prima partita di giugno, contro il Cagliari.

Fratello minore di Nordin Ambrabat, che in passato si era distinto in squadre europee come Galatasaray Malaga, il giovane marocchino con cittadinanza olandese ha trovato la sua consacrazione in Veneto, finendo anche sul taccuino di importanti società italiane ed estere. Questo nonostante alcuni difetti da correggere: a dispetto della grande quantità mostrata in questo campionato, il calciatore non è ancora finito sul tabellino dei marcatori né per quanto riguarda le reti, né per gli assist.

E se questo può rappresentare un male minore per un centrocampista, decisamente più preoccupante è la frequenza con cui il giocatore è finito sul taccuino del direttore di gara: dall’inizio di questa stagione ha raccolto otto ammonizioni e una espulsione.

PAZZINI, IL GRANDE EX SARA’ ASSENTE

La doppietta contro il Palermo all’esordio, quella con il Cesena che tenne viva una piccola fiammella di speranza per quanto riguarda lo scudetto nerazzurro. Ciascun tifoso interista ha un particolare ricordo di Giampaolo Pazzini, star del Verona, oggi assente per infortunio, che dalle parti di Milano c’è passato quasi un decennio fa, vestendo le maglie di entrambe le società del capoluogo lombardo.

Il bilancio della sua esperienza interista non può che dirsi positivo: ad Appiano Gentile c’è stato infatti per due stagioni, collezionando diciannove reti in sessanta gare giocate. Il suo arrivo sulle rive dei navigli avvenne nel gennaio del 2011, quando la squadra era stata appena presa in mano dal tecnico Leonardo, succeduto all’esonerato Rafael Benitez.

Con l’Inter ha anche centrato quello che è tuttora l’ultimo trofeo in bacheca del club di Viale della Liberazione, la Coppa Italia vinta nel 2011 in finale contro il Palermo.  Nel 2012, poi, i due club di Milano su accordarono per un suggestivo scambio riguardante i nuovi gemelli del gol protagonisti della memorabile scalata alla Champions League della Sampdoria. Antonio Cassano passò all’Inter, mentre Pazzini concluse la sua esperienza nerazzurra con il trasferimento nei cugini. 

L’OBIETTIVO PER LA DIFESA

Abbiamo parlato del Verona come una formazione che ha saputo unire l’esperienza delle vecchie glorie, come Pazzini e Miguel Veloso, al talento di promettenti giovani in rampa di lancio. In quest’ultima categoria rientra senza dubbio Marash Kumbulla, che grazie alle ottime prestazioni messe in mostra in questo campionato è finito sul taccuino dei principali club del panorama nazionale.

Tutta la carriera del giocatore nato in Italia ma di nazionalità albanese, sino ad ora, è stata legata ai colori del Verona, società in cui è cresciuto ed ha mosso i primi passi nel mondo del calcio. Con i veneti ha fatto anche il suo debutto sia in B, centrando anche la promozione, che in A, trovando anche la sua prima rete in massima serie.

Fra le squadre che hanno messo gli occhi su di lui anche l’Inter, che dovrà vincere la non semplice concorrenza della Lazio. I capitolini per settimane sono parsi in vantaggio, ma nell’ultimo periodo anche il club di Viale della Liberazione si è rifatto sotto con prepotenza. Al momento la situazione è in stallo, ma una cosa è certa. Kumbulla non vorrà fare certo brutta figura, per provare a convincere la dirigenza nerazzurra di essere già un calciatore da top club.

LA PROBABILE FORMAZIONE

Ivan Juric, per fare la sua formazione, dovrà fare i conti con le numerose assenze che hanno colpito la formazione gialloblu. Oltre al già nominato Giampaolo Pazzini, che ha accusato un risentimento muscolare nelle ultime ore, sono da aggiungere alla lista calciatori come Salvatore Bocchetti,  Pawel Dawidowicz, Mattia Zaccagni, Valentin Eysseric ed Eddie Salcedo.

I gialloblu dovrebbero presentarsi con il consueto 3-4-1-2, con Silvestri a difendere la porta, coperto dalla linea difensiva formata da Rrhamani, Gunter e Kumbulla. In mediana ci saranno Faraoni, Veloso, Amrabat e Lazovic, con Pessina e Zaccagni che agiranno alle spalle di Di Carmine.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Calciomercato Inter – Spuntano di nuovo Pogba e Zaniolo. Importanti riflessioni sul futuro di Sensi, Vecino proposto alla Lazio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy