Pagelle, Inter-Verona 4-2: Palacio insostituibile, Guarin devastante. Difesa ancora allo sbando

di Claudio Colombrita, @interclaudio87

di Claudio Colombrita

CARRIZO: 6 – Non ha colpe sui due goal. INCOLPEVOLE.

JUAN: 5 – Nel primo tempo è il bersaglio principale dell’ira di Mazzarri che gli dice di giocare più seriamente, ha grandi qualità ma spesso è fragile di testa e altalenante durante la partita. Cresce nella ripresa. SVOGLIATO.

RANOCCHIA: 5 – In fase di involuzione continua, soffre Toni e i contrasti, non trasmette più la sicurezza di un tempo. E’ debole mentalmente mentre dovrebbe essere il padrone della difesa. PREOCCUPANTE.

ROLANDO: 5,5 – Sembra più sicuro delle precedenti partite, segna anche un goal importante ma non garantisce una continuità di prestazione rassicurante. ALTALENANTE.

JONATHAN:  7 – Ancora in goal, sempre più determinato e convinto delle sue capacità, punta, dribbla e cerca anche il secondo goal, un vero e proprio miracolo. GASATO.

NAGATOMO: 6,5 – E’ uno dei più dinamici, semina il caos nel primo tempo e da un suo bel tiro a giro che coglie il palo nasce il gol del Cuchu, poi cala nella ripresa ed è in ritardo sul goal di Romulo. DINAMICO.

CAMBIASSO: 7 – Due angoli li batte lui, è pronto e nella posizione giusta quando insacca il 3 a 1 e agisce da leader per tutta la partita, caricando i compagni. SOLIDO.

KUZMANOVIC (dal 62′): 5,5 – Non garantisce la stessa quantità di Cambiasso. INVOLUTO.

GUARIN: 7,5 – Gli manca solo il gol perchè la sua partita in termini di corsa, qualità, potenza,è eccezionale, va spesso vicino alla marcatura ma è sfortunato. Quando parte palla al piede distrugge i centrocampi avversari. DEVASTANTE.

ALVAREZ: 6 – Rende più davanti ma ci mette tanto del suo in termini di impegno ed abnegazione, un giocatore trasformato nella testa.  Cala inevitabilmente alla distanzaVOLENTEROSO.

KOVACIC: 6 – Fa il suo compitino senza mostrare particolarmente le sue grandi doti. Deve trovare ancora la sua dimensione in questa Inter, spesso tende a nascondersi.  TIMIDO.

TAIDER (dal 79′): sv

PALACIO: 7,5 – In un modo o nell’altro riesce sempre a finire sul tabellino dei marcatori, stavolta di petto su un rimpallo ma il lavoro che fa per la squadra e in fase di recupero è eccezionale,  smepre il movimento giusto al momento giusto. Esce e l’Inter sbanda paurosamente. RISORSA PREZIOSA.

BELFODIL (dal 64′): 6 – Non incide particolarmente e si fa anche buttare fuori. INGENUO.

MAZZARRI: 6,5 – Ritorno alla vittoria, un passo importante nel processo di crescita della squadra, vive con nervosismo e apprensione la prestazione altalenante della difesa su cui si deve lavorare ancora molto, forse poteva invertire per il bene di entrambi le posizioni di Kovacic ed Alvarez. SOSPIRO DI SOLLIEVO.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy