Serie A in chiaro? Si apre un’interrogazione in Parlamento

Tutte le competizioni sportive a livello nazionale saranno a porte chiuse fino al prossimo 3 aprile

di Cesare Milanti, @cesaremilanti

L’emergenza Coronavirus ha portato ad una decisione tanto necessaria quanto epocale: tutte le competizioni sportive a livello nazionale verranno disputate a porte chiuse fino al prossimo 3 aprile. Si gioca, ma senza tifosi. Per avvicinare più spettatori possibili ai match, però, ci sarebbe una proposta altrettanto storica: in Parlamento, infatti, è stata aperta un’interrogazione per trasmettere le partite di Serie A in chiaro.

A proporre quest’iniziativa è stata la senatrice Sandra Lonardo, di Forza Italia. La parlamentare, infatti, ha chiesto “al Governo di intervenire presso la Rai, Dazn e Sky affinchè tutte le partite si vedano in chiaro, in modo da soddisfare le legittime esigenze di natura sanitaria ed anche per evitare possibili situazioni di modesta depressione sociale”. Al momento, però, quest’obiettivo sembra irraggiungibile.

Il perchè è presto spiegato: bisognerebbe, infatti, porre una deroga alla legge Melandri, emessa nel 2009, la quale disciplina la suddivisione dei ricavi da diritti tv tra le squadre che partecipano alla Serie A e che vieta sulla carta la diffusione in chiaro delle partite. La palla, ora, passa alla Lega Calcio: i tifosi italiani assisteranno ad un campionato in chiaro?

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Juventus-Inter, le probabili formazioni. Idea scambio Izzo-Pinamonti con il Torino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy