Accadde Oggi – 4 aprile 2004: Stankovic in versione ‘drago’ trascina l’Inter nel tris alla Juventus

A distanza di 6 anni dall’ultima volta, i nerazzurri – guidati da Alberto Zaccheroni – tornano a battere la Juventus tra le mura di San Siro

di Pasquale Formisano, @Formigoal

 

Dopo la vittoria per 1-3 maturata nell’andata del Delle Alpi l’Inter di Alberto Zaccheroni torna a battere la Juventus anche tra le mura amiche, riconquistando tre punti che, nel match casalingo contro i bianconeri, mancavano addirittura dalla rete di Djorkaeff messa a segno nel Gennaio del ’98.

Per la squadra nerazzurra si mette bene fin da subito: Stankovic serve a Martins un cioccolatino che ha bisogno solo di essere scartato, il giovane attaccante nerazzurro non perdona: palla in rete e solite capriole, che fanno il paio con quelle messe in scena nella gara di andata.

La Juventus rimette subito in pari il match grazie a una carambola che porta all’autorete di Kily Gonzalez, ma San Siro non si scompone perché Stankovic è in una di quelle serate di grazia che lo accompagneranno nel corso dell’intera carriera: il drago, autore anche del primo assist, prima si procura il rigore del raddoppio, messo a segno da Christian Vieri, e poi mette il sigillo sul match nella ripresa, con un tap in sotto porta preciso e letale che spezza le gambe alla squadra di Marcello Lippi. A poco serve il gol di Di Vaio in pieno recupero perché, nonostante le delusioni degli ultimi anni, il campo finalmente restituisce un verdetto inequivocabile. Un verdetto che premia, contro avversari e sfortuna, un’Inter che sente profumo di rinascita.

Ecco le immagini del match:


Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Sensi: “Voglio vincere con l’Inter, questa è casa mia! Sono al 100%, Conte è più scherzoso di quanto sembra”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy