ACCADDE OGGI – 4 ottobre 2008: Il re scorpione

di

4 ottobre 2008: la prima Inter di Mourinho sta avendo un rendimento altalenante in campionato, anche a causa di uno scarso equilibrio dovuto al 4-3-3 voluto dal nuovo mister (si farà un passo indietro due settimane dopo, a Palermo, tornando al rombo e riconquistando la testa della classifica). A San Siro va in scena Inter – Bologna e al minuto 25 i nerazzurri passano in vantaggio in maniera a dir poco incredibile: Raccogliendo un cross di Adriano dalla sinistra, Zlatan Ibrahimovic si coordina e realizza la rete del vantaggio col gesto dello “scorpione“, uno strabiliante tacco volante a un metro e mezzo da terra che lascia allibiti portiere e difensore. Anche gli spettatori di San Siro tardano qualche istante a esultare, il tempo giusto per restare meravigliati. A fine stagione Zlatan lascierà l’Inter per provare l’esperienza spagnola. Il suo addio e il suo ritorno sull’altra sponda di Milano hanno affievolito l’amore dei tifosi interisti, ma ciò che resta sono delle vere e proprie perle di bravura e bellezza, incastonate, come i migliori gioielli, nella memoria dei tifosi. Per descrivere Ibrahimovic si può usare una celebre frase di Ligabue della canzone Walter il mago: “Si fa chiamare zingaro, ma è uno zingaro di lusso”; e la stessa canzone si può usare per riassumere lo scorpione che annichilì i rossoblu: “Per una magia così val la pena vivere“. Ecco il video dello “scorpione”:  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy