Comolli (ex ds Tottenham): “Vi spiego la situazione di Eriksen. Quando uno va a scadenza…”

Comolli (ex ds Tottenham): “Vi spiego la situazione di Eriksen. Quando uno va a scadenza…”

L’ex dirigente degli Spurs ha rilasciato una lunga intervista per spiegare i retroscena delle situazioni che si verificano quando un calciatore va a scadenza di contratto

di Simone Frizza, @simon29_

Per spiegare il contesto relativo alla situazione di Christian Eriksen, in scadenza di contratto con il Tottenham e sempre più vicino all’addio dagli Spurs, ai microfoni del Daily Express ha parlato Daniel Comolli, ex direttore sportivo di Tottenham e Liverpool, che ha spiegato anche alcuni retroscena legati a quei calciatori ancora in una squadra ma con il contratto in scadenza. Ecco le sue parole.

Incontri – “Il primo incontro è, in teoria, tra l’allenatore e il giocatore, o l’allenatore, il giocatore e il direttore sportivo, perché è importante che il giocatore ascolti l’allenatore ed il club” afferma Comolli, il relazione all’anno in cui il calciatore va in scadenza di contratto. “È un incontro piuttosto importante per capire cosa vuole il giocatore e per il giocatore stesso, per capire qual è la visione che ha di lui il club. Nella seconda fase, il direttore sportivo o il presidente parlano con l’agente, senza il giocatore, e iniziano a negoziare”.

Decisione di cedere il giocatore – “Probabilmente sono la società ed il direttore sportivo. E ci può essere qualche conflitto con l’allenatore che spesso dice: ‘Ho bisogno del giocatore fino alla fine della stagione, non venderlo'”.

Rinnovo di contratto – “Vengono fatte molte riflessioni e discussioni prima di offrire un nuovo contratto ad un calciatore, perché questo può distruggere l’armonia dello spogliatoio.  Dalla mia esperienza, è quasi più facile prendere la decisione di acquistare un giocatore da un altro club piuttosto che rinnovare il contratto di un giocatore esistente, se si sa che questo creerà problemi nello spogliatoio e nel club.  Se un giocatore ‘normale’ chiede un salario normale questo non influirà sull’equilibrio psicologico dello spogliatoio, quindi non è un problema. Se invece è un giocatore di punta del club, nonché il più pagato, questo porterebbe molte implicazioni”.

Eriksen – “A volte un giocatore viene e dice: ‘Merito di più’. Se è un giocatore popolare e gli altri giocatori pensano che meriti un altro contratto, allora verranno sorpresi anche loro, se non gli offri il rinnovo. Sicuramente al giocatore verrebbero offerti molti più soldi andando via in estate piuttosto che a gennaio”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE MERCATO – La Roma accelera per Politano, scambio con Spinazzola? Incontro Inter-Schoots per Eriksen, in Inghilterra si sbilanciano. Gabigol verso il Flamengo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy