Inter-Empoli, l’addio di Spalletti e non solo: Keita ai saluti, Skriniar blindato. Per Icardi e Perisic…

Inter-Empoli, l’addio di Spalletti e non solo: Keita ai saluti, Skriniar blindato. Per Icardi e Perisic…

La formazione della prossima stagione potrebbe non contemplare diversi nomi presenti questo anno

di Marco Accarino, @AccarinoMarco

La partita di domenica sarà a tutti gli effetti una finale per l’Inter: la squadra nerazzurra infatti si gioca l’accesso alla Champions League, traguardo che è sembrato sempre ampiamente alla portata della formazione allenata da Spalletti ma che potrebbe svanire clamorosamente all’ultima giornata. I tifosi nerazzurri sperano in una vittoria e saranno più di 70.000 gli spettatori a San Siro, così da esortare la squadra verso l’obiettivo stagionale numero uno. Contro l’Empoli però saranno molti i calciatori che potrebbero vestire per l’ultima volta la divisa nerazzurra. La redazione di Passioneinter.com ha stilato una lista di nomi riguardanti i possibili partenti e chi invece è sicuro di restare a Milano.

Inter-Empoli, partita d’addio per Keita, Cedric, Vrsaljko e non solo: anche Spalletti ai saluti

Nell’ordine di chi sicuramente non rimarrà a Milano c’è in primis Sime Vrsaljko: il terzino croato è ormai fuori rosa da questo inverno e farà ritorno all’Atletico di Madrid, dove proverà a recuperare dall’infortunio al ginocchio. Stessa sorte toccherà a Cedric Soares – arrivato a Milano per dare una scelta in più a Spalletti proprio per via dell’assenza di Vrsaljko – che tornerà al Southampton, ed a Keita Balde, che saluterà l’Italia con direzione Monaco, sperando che la società francese abbassi le richieste per il suo cartellino e renda più probabile un ritorno in nerazzurro. Darà con ogni probabilità il proprio congedo anche Luciano Spalletti: ci sarà Antonio Conte sulla panchina dell’Inter del futuro.

Inter-Empoli ed i dubbi sulle cessioni: Icardi guida il carro. C’è anche Miranda in bilico

C’è Mauro Icardi a guidare il carro di chi invece, una volta terminata la partita di domenica, dovrà leggere il palmo della propria mano per capire dove sarà il prossimo anno. L’argentino – che intanto si professa intenzionato a rimanere a Milano a tutti i costi – è in buona compagnia: al suo fianco c’è infatti Miranda, che dato l’arrivo di Diego Godin potrebbe decidere di dare l’addio a San Siro, potendo optare sia per restare in Europa (dove il Monaco lo tenta da ormai diversi mesi) o l’avventura in patria. Impossibile non citare anche Ivan Perisic che, nonostante le voci su una possibile permanenza grazie all’arrivo di Conte in panchina, già a gennaio chiese ufficialmente la cessione. Per lui però nessun club sembra intenzionato a fare follie o ad accontentare le richieste della dirigenza interista. Sulla stessa lunghezza d’onda c’è anche Dalbert: il terzino brasiliano non ha mai dimostrato il proprio valore all’Inter ed un’eventuale offerta verrebbe ascoltata, altrimenti sarà destinato a rimanere in nerazzurro per il terzo anno consecutivo.

Anche Antonio Candreva potrebbe passare l’ultima estate all’ombra del Duomo: l’Inter non lo reputa un elemento fondamentale per il proprio progetto e dunque la finestra di mercato potrebbe permettergli di cambiare aria. Discorso più complicato invece riguarda Roberto Gagliardini: il mediano classe 1994 piace alla Fiorentina, Marotta pensa di inserirlo nella trattatiava per Chiesa ma in caso di esito negativo la sua figura potrebbe essere rilanciata da Conte, che vede di buon occhio l’ex atalantino. E’ invece arrivata con ogni probabilità l’ora dell’addio per Borja Valero. La sua età non gli permette di essere un elemento su cui costruire il futuro, per questo una separazione risulta ad oggi lo scenario più plausibile

Inter-Empoli, non sarà addio per Skriniar, de Vrij e Brozovic

L’analisi si conclude con chi, il prossimo anno, sarà nuovamente in campo con la maglia dell’Inter pronto a conquistare un altro obiettivo. Il rinnovo fino al 2023 annunciato qualche settimana fa ha blindato di fatto Milan Skriniar, che sarà dunque la prima componente del muro nerazzurro completato da Stefan de Vrij. Anche l’olandese non è destinato a dare l’addio alla formazione nerazzurra. Confermatissimi sia D’Ambrosio che Asamoah sulle rispettive corsie difensive, con Ranocchia che farà da collante per almeno un’altra stagione tra spogliatoio e campo. Intoccabili sia Samir Handanovic che Marcelo Brozovic: difficile per la società meneghina pensare di potersi privare del proprio portiere e del migliore centrocampista a disposizione. Ci sarà da passare l’esame del crush-test con Conte, ma anche Radja Nainggolan dovrebbe figurare tra i nomi dell’Inter 2019-20. Verrà esercitata l’opzione di riscatto per Politano – che difficilmente abbandonerà Milano come contropartita – mentre Lautaro sarà confermato numero 10 e bomber del futuro dellInter.

ESCLUSIVA – Andrea Chazy (So Foot): “Pepé lascerà il Lille, futuro all’Inter? Ecco la verità. Agoumé può far comodo a tutti, Karamoh…”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy