Il Brasile è sotto shock: ex calciatore rapito e ucciso in maniera agghiacciante

di

Verrebbe da pensare ad una assurda trovata di Halloween  ma ciò che è accaduto in Brasile nella giornata di ieri non ha nulla di fantasioso. E’ infatti agghiacciante la scoperta fatta dalla signora Santos, che uscendo di casa per andare a lavoro ha avvistato una zaino nel cortile della sua abitazione. Incuriosita dall’oggetto, lo ha aperto e ha trovato al suo interno la testa mozzata di suo marito, l’ex calciatore João Rodrigo Silva Santos.  L’ex centravanti di Bangu e Botafogo era stato rapito da una banda di malviventi nella giornata di lunedì e fino a ieri di lui si erano perse le tracce. Al momento gli inquirenti indagano su due piste per capire i motivi della macabra esecuzione: la prima pista è legata ad una vendetta contro sua moglie, poliziotta da tempo è impegnata nella lotta al narcotraffico delle Favelas di Rio. La seconda invece è quella che lega il brutale omicidio al calcio: solo alcuni mesi fa infatti nel Maranhao un arbitro fu ucciso e decapitato durante una partita di calcio. Segui @antocarboni91

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy