Lazio-Inter, Inzaghi in conferenza: “De Vrij è un bravo ragazzo, avrei rifatto le stesse scelte nel match del 20 maggio”

Lazio-Inter, Inzaghi in conferenza: “De Vrij è un bravo ragazzo, avrei rifatto le stesse scelte nel match del 20 maggio”

Il tecnico dei biancocelesti non conserva rancore verso il centrale olandese ora all’Inter

di Simone Frizza, @simon29_

Conferenza stampa di presentazione di Lazio-Inter anche per Simone Inzaghi, che alle 14 ha parlato con i giornalisti come il collega Spalletti ha fatto qualche ora prima. Ecco le sue dichiarazioni.

LAZIO INTER – “Una partita molto importante per noi, sappiamo quello che è successo il 20 maggio. Lo terremo ben presente, fu una partita dominata per 75′, poi nell’ultimo quarto d’ora perdemmo partita e qualificazione in Champions. Dovremmo prepararla come tutte, facendo attenzione a ciò che è successo”.

VENDETTA SPORTIVA – “Normale che ci sia un’attenzione particolare. Abbiamo avuto poco tempo e l’abbiamo preparata però come tutte le altre, sappiamo che l’Inter sia costruita per vincere lo scudetto. Lo abbiamo dimostrato negli anni, con tantissima concentrazione possiamo giocarcela ad armi pari”.

VINCERE CONTRO LE BIG – “Veniamo da un’ottima partita a Marsiglia, i francesi sono paragonabili alle migliori del nostro campionato, sono costruiti per vincere la Ligue 1. Abbiamo concesso poco o nulla, siamo stati organizzati, potevamo segnare di più. Poi una volta subita la punizione di Payet siamo ripartiti subito. Ha fatto crescere l’autostima, possiamo migliorare ancora”.

PROVA DI MATURITÀ – “Abbiamo già avuto sfide importanti, come quella con la Fiorentina. A Parma era importante, giovedì serviva una grande partita dopo il ko di Francoforte. Siamo stati bravi, ma dobbiamo guardare avanti. Ai fini della classifica sarà un match importante”.

PARTNER DI IMMOBILE – “Intanto bisognerà vedere come stanno i calciatori che hanno giocato giovedì. Abbiamo speso tantissimo, ma avevo in testa solo quella partita la mattina stessa. Leiva non ci sarà, dovrò valutare Immobile e Caicedo, devo valutare lo stesso Badelj. Ho tanti giocatori, se mancherà qualcuno troverò una soluzione. Giocare partite intense ravvicinate è difficile, qualcosa sarò costretto a cambiare”.

RICORDO DELL’ANNO SCORSO – “L’ho spiegato prima, al di là dei filmati dell’anno scorso farò vedere ciò che abbiamo fatto a Marsiglia. L’Inter è forte, ha un bravissimo allenatore e sta facendo un ottimo lavoro. Dovremo tenere presenti gli errori del 20 maggio. Ma l’Inter ribaltò anche per meriti suoi”.

CENTROCAMPO – “Ho ancora due allenamenti, oggi pomeriggio e domani mattina. Ho qualche giocatore affaticato, dovrò valutare ImmobileBerisha, lo stesso Caicedo che però ieri ha dato sensazioni positive. Badelj aveva avuto un problemino, penso di recuperarlo. Per Immobile e Berisha dovremo valutare oggi. Ci saranno dei cambiamenti. Impiegare quella formazione a Marsiglia era un rischio da correre”.

DE VRIJ – “Non solo De Vrij, tornerà Keita e anche Candreva. Mi hanno dato tanto, ho dato tanto rispetto a loro e ne ho ricevuto altrettanto. Li rivedrò con piacere seppur con un’altra maglia, mi hanno aiutato tantissimo come allenatore”.

MIGLIORAMENTI – “Dobbiamo crescere, lo sappiamo. I nostri risultati passano attraverso il campo, abbiamo davanti cinque corazzate difficili da superare. L’anno scorso, non solo per colpe nostre, non siamo arrivati all’obiettivo. Vogliamo arrivare tra le prime quattro. Anche le altre squadre sono state costruite benissimo”.

SCELTA SULLA DESTRA – “Ho l’imbarazzo della scelta, Caceres è da valutare, ha fatto una partita dispendiosa. Patric e Marusic sono in un buon momento, sceglierò domani”.

EPISODI DELL’ANNO SCORSO – “Più grave il fallo di De Vrij su Icardi o la mancata vittoria a Crotone? Nessuna delle due. Ora si parla della partita con l’Inter e a Crotone, senza pensare che avremmo dovuto avere almeno 6-8 punti in più in classifica. Quelle due partite non avrebbero avuto senso in un’altra situazione. Poi ci sono i demeriti nostri e la bravura dell’Inter che ci ha creduto”.

ICARDI – “Insieme a Immobile e Dzeko è tra i migliori attaccanti della Serie A, senza dimenticare anche Higuain e CR7. Ogni squadra ha un giocatore importantissimo davanti. Ora sta aiutando anche la squadra fuori dall’area, dentro sarà un sorvegliato speciale”.

INTER PERICOLOSA SUI CORNER – “È una squadra fisica, hanno tanti colpitori. Cercheremo di porre dei rimedi, in quella partita famosa soffrimmo molto sui calci piazzati”.

SCELTA DI DE VRIJ TITOLARE IL 20 MAGGIO – “A priori rifarei sicuramente la stessa scelta. De Vrij penso abbia dato il 100% con la Lazio, si è macchiato di un rigore che poteva avvenire ogni domenica. Purtroppo è successo all’ultima. Nei primi due anni De Vrij mi ha dato tantissimo, è un bravo ragazzo, lo rivedrò con piacere così come Keita e Candreva, lo ripeto. Il regolamento dovrebbe comunque cambiare, quello è stato un caso limite, ci siamo giocati un posto Champions nell’ultima partita proprio con loro. Abbiamo visto ciò che è successo, bisogna cercare di non far accadere queste cose anche in futuro”.

LEGGI ANCHE – Lazio-Inter, Spalletti: “I calciatori dopo il Barcellona mi hanno mandato un messaggio fondamentale”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

BARCELLONA, DEMBELE NEL ‘TUNNEL DEGLI SCHIAFFI’ PRIMA DEL CLASICO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy