SM – Inter-Messi, Suning non è spaventata dall’ingaggio: la volontà di Zhang e quella missione speciale affidata a Zanetti

SM – Inter-Messi, Suning non è spaventata dall’ingaggio: la volontà di Zhang e quella missione speciale affidata a Zanetti

L’ex capitano nerazzurro è suo connazionale ed ex compagno nell’Argentina

di Lorenzo Della Savia

Zhang Jindong lo vede come un cerchio che – quattro anni dopo – potrebbe chiudersi. Il cerchio si chiama Lionel Messi, e l’ideale chiusura di questo cerchio sarebbe la sua firma con l’Inter: un’operazione che – stando almeno a quanto riportato da Sport Mediaset – il padrone dei nerazzurri aveva già cominciato a immaginare nel 2016, appena dopo l’insediamento di Suning nel pacchetto di maggioranza del club nerazzurro. Un’operazione di mercato complessa, certo: e soprattutto per i motivi di cui si è già discusso, e cioè la difficoltà nell’immaginarsi Leo Messi vestire una maglia diversa da quella del Barcellona. Il discorso economico esiste, è vero, è reale: ma, per Suning, sarebbe secondario.

La proprietà cinese del club nerazzurro, infatti, non sembrerebbe essere spaventata dall’ingaggio che Messi verrebbe a percepire con la maglia nerazzurra (al Barcellona prende 60,3 milioni netti), anche se verrebbe a essere comunque un investimento pauroso. E’ forte di questa convinzione che la famiglia Zhang avrebbe dato mandato a Javier Zanetti – connazionale di Lionel Messi, nonché suo ex compagno in Nazionale – di provare a convincere il calciatore a compiere quella che sarebbe un’operazione rivoluzionaria nella sua carriera: uscire dalla zona di comfort, lasciare Barcellona a zero (c’è un contratto in scadenza nel 2021, unica opzione che l’Inter ritiene necessaria per poterlo tesserare) e accasarsi a Milano. Dove, peraltro, s’è già accasato il padre. E’ da lì che nacque tutto.

>>>Iscriviti al canale Youtube! Parla con noi ogni giorno in Diretta alle 19<<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy