Tuchel allontana Kurzawa dall’Inter: “Via a gennaio? Non è possibile, è un giocatore importante a sinistra”

Tuchel allontana Kurzawa dall’Inter: “Via a gennaio? Non è possibile, è un giocatore importante a sinistra”

Il calciatore, accostato anche all’Inter, va in scadenza con il Paris Saint-Germain

di Alfredo Novello

Thomas Tuchel, allenatore del PSG, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell’impegno in Coupe de France contro il Lorient. Il tecnico parigino ha voluto parlare di Lavyin Kurzawa, terzino sinistro accostato nelle scorse ore all’Inter. Il giocatore francese questa stagione ha collezionato 14 presenze in totale con un assist all’attivo, tra campionato e coppe.

Il contratto di Kurzawa scadrà il 30 giugno 2020, motivo per il quale la dirigenza parigina accetterebbe di privarsi di lui. Non Tuchel però, che in conferenza ha rilasciato queste dichiarazioni: “Non ho parlato con Layvin o con qualcuno della sua partenza quest’inverno. Abbiamo Juan Bernat e Layvin per una posizione. Va bene. Ma Juan è infortunato, quindi come faremmo senza Layvin? Non è possibile. Si allena bene, sta a lui dimostrare di essere capace. Ha fatto buone partite con noi e domani dovrebbe giocare. È un giocatore importante a sinistra”.

Tuchel sembra essere categorico: Kurzawa non lascia Parigi fino a giugno. Il motivo? Lo stesso che preoccupa Antonio Conte: coperta troppo corta. Ovviamente l’Inter terrà monitorata la situazione, anche perché Conte vuole un esterno sinistro e dopo il mancato arrivo di Spinazzola restano poche le alternative.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE MERCATO – Conte chiede Modric per giugno. Eriksen-Inter: Mou lo lascia in panchina. Giroud in tribuna. Lazaro verso il Newcastle

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy