Asamoah: “L’Inter mi ha cambiato, sono in una grande squadra. Da piccolo mi chiamavano Adriano, ecco perchè”

Asamoah: “L’Inter mi ha cambiato, sono in una grande squadra. Da piccolo mi chiamavano Adriano, ecco perchè”

Il ghanese è alla sua prima stagione con la maglia nerazzurra

di Alexander Ginestous, @AGinestous

Come di consueto, nel giorno della partita, l’Inter rilascia il Matchday Programme. In quello odierno, dedicato ad Inter-Atalanta, c’è una interessante intervista al terzino nerazzurro Kwadwo Asamoah.

Ecco le sue parole sul primo gol segnato con la maglia della sua Nazionale: “Non dimenticherò mai le emozioni del mio primo gol da professionista: era una partita della nazionale Under 20 e giocavamo contro il Senegal. Eravamo fuori casa e, poiché quella squadra era piena di grandi giocatori, mi stavo inserendo ancora tra i titolari. Quel giorno ho giocato dal primo minuto, il mister mi ha dato fiducia e ho segnato con un controbalzo, raccogliendo un cross da destra. Proprio un bel tiro”.

E a proposito di bei tiri, il suo giocatore nerazzurro preferito: “Tra i miei giocatori preferiti c’era sicuramente Adriano. Io giocavo trequartista, dietro la punta e poi mi hanno arretrato sempre di più. Ero mancino e avevo un tiro molto potente, per questo molti miei compagni mi chiamavano come lui. Era un giocatore che mi piaceva tanto”.

Sull’Inter: “E’ una grande squadra, una grande società. A livello personale mi ha cambiato e sono davvero molto contento”.

Infine, una battuta sulla sua famiglia: “Senza bambini la vita è diversa, quando ci sono è tutta un’altra cosa: appena ho un secondo libero passiamo del tempo insieme. Per me è la cosa più intensa che ci sia. E nel tempo libero gioco a Candy Crush fino a che non finisco i livelli”.

piuletto

Inter-Atalanta, le probabili formazioni: Spalletti con Icardi e Nainggolan; Gasp, c’è Pasalic per Zapata!

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy