Avv. Garau: “Non esistono le condizioni per far ripartire la Serie A. Sul mercato…”

Avv. Garau: “Non esistono le condizioni per far ripartire la Serie A. Sul mercato…”

Le parole del vicepresidente di AvvocatiCalcio

di Davide Ricci, @davide_r22

Le polemiche per la ripresa della Serie A non terminano, anzi aumentano con il passare del tempo. Il campionato per l’emergenza Coronavirus è fermo da lunedì 9 marzo ed anche i calciatori sono tornati nei paesi d’origine per stare al fianco delle loro famiglie.

Sulla possibile data per rivedere i nostri beniamini in campo ha parlato il vice presidente di AvvocatiCalcio Mauro Garau ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com: “Non penso ci siano le condizioni per ripartire. Temo che in questo mese ci saranno nuovi contagi e poi tanti campioni sono partiti all’estero, al loro rientro dovranno fare la quarantena obbligatoria. Dubito che i calciatori possano avere una condizione fisica tale da poter riprendere il campionato in un momento cruciale magari in estate con temperature estive. Classifica? È una situazione non prevista. Ma credo che verrebbero congelate le classifiche. Verrà trovata una soluzione. Qualcuno sarà contento e altri meno. Per consentire la ripresa del campionato bisognerebbe necessariamente modificare l’articolo 47 delle Noif. Ad oggi è disciplinato dalle regole che le stagioni sportive iniziano l’1 luglio e terminano il 30 giugno”.

Sul mercato: “Influirà molto la ripresa del campionato. Se non si dovesse riprendere e si raggiungesse un accordo sugli emolumenti il danno potrebbe anche essere contenuto. Credo inoltre che la sessione di mercato, se si dovesse riprendere, sarebbe ridotta ad un mese, concentrata su agosto. Altrimenti se non si dovesse riprendere tutto sarebbe normale”.


Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

AskPassioneinter, in diretta alle 18 sul nostro profilo Instagram con… Ezequiel Schelotto!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy