Beccalossi: “Inter-Tottenham? La rimonta è partita dai tifosi: San Siro ti dà il 30% in più”

Beccalossi: “Inter-Tottenham? La rimonta è partita dai tifosi: San Siro ti dà il 30% in più”

L’ex nerazzurro si emoziona a parlare del Meazza: “E’ una scintilla che parte dalla curva ed arriva ai giocatori”

di Daniele Najjar, @Daniele_najjar

Con tutte le partite che ha giocato in questo stadio, Evaristo Beccalossi non può rimanere indifferente nel parlare di San Siro. Nell’intervista rilasciata per il Matchday programme realizzato dalla società nerazzurra, l’ex centrocampista ripercorre la rimonta sul Tottenham nell’esordio in Champions, individuando proprio nel Meazza il ruolo chiave per il successo sugli inglesi: “L’Inter è questa. Con San Siro che ti dà quel 30% in più. Con una scintilla che parte dalla curva ed arriva ai giocatori. Con un altro stadio o altri tifosi quella partita non la raddrizzavano”.

Questa sera arriva il Cagliari, squadra alla quale Beccalossi segnò un gol stupendo nella stagione 80-81: “Ti dico la verità: ha sorpreso anche me. Ero partito per fare un’altra cosa. Prendo palla, parto da centrocampo. Ne salto uno, ne salto due. Poi faccio partire un destro che davvero… Penso sia stato il gol più bello con l’altro piede che ho fatto in carriera, sai? Poi a Cagliari, da loro, ne ho fatto un altro. Batti e ribatti, finì 1 a 1”.

Nella stagione seguente arriva la Coppa Italia: “Quel gruppo lì era incredibile. In Coppa Italia mi ricordo che abbiamo fatto un ribaltone contro la Roma. Non ci credeva nessuno, tranne noi. Poi, a fine stagione, l’abbiamo alzata. Quella squadra, secondo me, giocava da Dio”.

Parlando di mancini, non si può che arrivare a Mario Corso: “Lui è al primo posto. Aveva un modo di trattare la palla che non ho mai visto altrove. Corso è stato un grande punto di riferimento per me. Ricordo una volta che è entrato negli spogliatoi e quasi cala un silenzio irreale. Si avvicina a me e mi fa i complimenti. Lui a me, capisci? E’ stato davvero emozionante e me lo ricordo come se fosse oggi. Dopo di lui, sempre parlando di piedi sinistri, metto il Chino Recoba. Vederlo in allenamento era uno spettacolo. Lo sfidavano dicendo: mettilà lì. E lui, pam, la metteva. Avrebbe dovuto raccogliere di più in carriera, ma vederlo era una vera gioia per gli occhi”.

LEGGI ANCHE –> Le probabili formazioni di Inter-Cagliari: Lautaro Martinez insidia Icardi. Miranda e Borja Valero…

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

ZENGA SFIDA IL FIGLIO: E’ SUBITO INTER-BARCELLONA!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy