Boateng e i buu a Lukaku: ”Chi fa quei cori, prima che razzista, è un ignorante”. E sul futuro di Chiesa…

Boateng e i buu a Lukaku: ”Chi fa quei cori, prima che razzista, è un ignorante”. E sul futuro di Chiesa…

L’attaccante della Fiorentina sei anni fa abbandonò il terreno di gioco durante un’amichevole tra Pro Patria e Milan

di Raffaele Caruso

Kevin-Prince Boateng, attaccante della Fiorentina, ha concesso una lunga intervista a La Repubblica: tanti i temi affrontati, tra cui anche quello del razzismo tornato ad essere protagonista in Serie A con il brutto episodio della Sardegna Arena che ha coinvolto Romelu Lukaku. L’attaccante belga dell’Inter è stato bersagliato da fischi, insulti e buu da parte della tifoseria del Cagliari.

Ecco le parole dell’attaccante viola, protagonista sei anni fa di un simile episodio andato in scena durante l’amichevole tra Pro Patria e Milan: ”Il caso mio e quello di Lukaku, ma penso anche al bambino di tre anni preso a calci a Cosenza per il colore della sua pelle. Questo è l’episodio che mi fa più male. I cori allo stadio vogliono ricordarci quando i nostri nonni erano schiavi. Ma chi fa quei cori, prima che razzista, è un ignorante. E l’ignoranza va abolita. A scuola, introduciamo un’ora di integrazione: dobbiamo ripetere ai bambini che siamo tutti uguali. Loro sono il nostro futuro”.

Sul futuro di Chiesa:Ha capito che rimane qua. E’ giovane, lo capisco: ci sono tante voci di grandi squadre e puoi risentirne, ma lui deve fare benissimo qui, è molto forte e vuole l’Europeo. Lo vedo tranquillo. Se non lo è, lo metto a posto io”.

<Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già 1586 interisti!

INDISCREZIONE PI – L’Inter ora blinda il Toro. Fissato l’incontro con l’agente

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy