Capozucca: “Il campionato ormai è anomalo. Milito? Arrivò in Italia per 2 lire”

Capozucca: “Il campionato ormai è anomalo. Milito? Arrivò in Italia per 2 lire”

Il ds ha parlato della situazione del calcio italiano, esprimendo tutti i suoi dubbi sulla ripresa del campionato

di Andrea Pennacchi

Il direttore sportivo Stefano Capozucca, intervistato da Radio Sportiva, ha espresso tutto il suo pessimismo in vista di una ripresa del calcio post Coronavirus:  “Questa pandemia ha creato disagi anche a livello economico, il calcio è un’attività lavorativa e ne uscirà ridimensionato, serviranno alcuni anni per tornare ai vertici di prima. Il campionato, comunque vada, sarà anomalo. Non c’è unità di intenti. Forse si potrà riprendere a giocare con le giuste cautele, ma non accadrà in tempi brevi”.

L’ex dirigente del Genoa, ha risposto alle voci che vedrebbero una finestra di mercato estesa per aiutare i club in difficoltà:Non credo ad una sessione più lunga di mercato. La priorità è debellare il virus, poi sapere quando si può tornare in campo e di conseguenza anche a trattare. Una finestra di trasferimenti più lunga non la vedo come una cosa utile”. Infine, Capozucca ha concesso una battuta su Diego Milito“Ragazzo arrivato al Genoa per due lire e poi diventato importante negli anni successivi” e ha svelato un retroscena sul suo Genoa: “Lewandowski era un acquisto già fatto, Gasperini lo conosceva bene, doveva fare le visite mediche e poi il presidente fece saltare l’operazione”.


Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Dall’Inghilterra – Champions ed Europa League ad agosto: ecco l’idea dell’UEFA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy