Carnevali e il retroscena su Sensi: “Il Barcellona me lo chiese, ma l’Inter fu più rapida”

Carnevali e il retroscena su Sensi: “Il Barcellona me lo chiese, ma l’Inter fu più rapida”

L’ad del Sassuolo: “L’affare fu chiuso in una riunione lampo con Conte presente”

di Simone Frizza, @simon29_

Nel corso di una lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport, per l’ad del Sassuolo Giovanni Carnevali c’è stato spazio anche per parlare dell’Inter, prossima avversaria dei neroverdi, ed in particolare di Stefano Sensi, passato proprio dall’una all’altra squadra in estate.

Sensi – «Rispondo raccontandovi un retroscena: quando sono stato a Barcellona per la trattativa Marlon, uno dei dirigenti del Barcellona mi ha chiesto informazioni proprio su Sensi. Lo conoscevano e lo seguivano anche loro, ma l’Inter è stata più rapida. Abbiamo chiuso l’affare di venerdì, al termine di una riunione lampo nella sede nerazzurra
alla quale ha partecipato anche Conte. Il lunedì successivo avrei avuto un appuntamento importante con un club straniero. Brava l’Inter a puntare sul ragazzo con più determinazione rispetto agli altri».

Politano e Sensi all’Inter – «È una soddisfazione aver dato loro l’opportunità di arrivare in una grande. Dietro a tutto questo c’è il lavoro dell’intera società».

Inter – «Una squadra forte che proverà a vincere per dimenticare il ko con la Juventus».

Sensi, Sanchez e D’Ambrosio out – «L’Inter ha una rosa in grado di sopperire a certe assenze. Mi preoccupano più le nostre: Chiriches è un elemento importante da “regalare”, ma resto fiducioso perché abbiamo giocatori importanti. Io comunque Sensi con la maglia nerazzurra nel nostro stadio lo avrei visto volentieri».

Sfida con Marotta – «Beppe è un amico vero. Il nostro rapporto è iniziato oltre 30 anni fa, dopo anche avevo finito di giocare nella Solbiatese. Mi ha voluto con lui al Monza e poi al Ravenna e al Como. Mi ha dato la possibilità di iniziare a lavorare nel calcio ed è stato il mio maestro. Con gli anni il nostro rapporto è diventato ancora più stretto e sono stato pure il suo testimone di nozze. Anche sabato comunque ceneremo insieme: ci è capitato spesso prima di una partita e non abbiamo mai parlato del match del giorno dopo».

Conte miglior allenatore italiano – «Dico di sì e allargo il concetto a tutti i tecnici che sono attualmente in Serie A».

Migliore anche di Allegri – «Allegri è fantastico. Sono stato il direttore generale di Max quando era a Pavia e tra noi è nato un bel rapporto di amicizia. Recentemente ci siamo visti al funerale di Squinzi che con Allegri aveva un feeling speciale. Vedrete che Massimiliano tornerà ad allenare presto, magari all’estero».

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Conte non si accontenta: a gennaio vuole Giroud e Vidal! Bloccato Esposito: niente Mondiale, rimarrà ad Appiano

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy