CdS – La Uefa non si arrende: tre strade per la ripresa ed il rischio di giocare anche ad agosto

CdS – La Uefa non si arrende: tre strade per la ripresa ed il rischio di giocare anche ad agosto

I vertici del calcio europeo in campo per garantire la conclusione della stagione calcistica. L’obiettivo è concludere le coppe davanti ai tifosi

di Giuseppe Coppola

La Uefa non vuole arrestare la sua corsa ed è pronta a sfidare il Coronavirus. Come raccontato infatti dal Corriere dello Sport, da Nyon hanno già scelto di dettare la linea: programmare la ripresa, sempre e comunque, per provare a concludere la stagione. Il tutto cercando di mettere al primo posto delle priorità la salute di calciatori ed addetti ai lavori.

Si andrà ben oltre la scadenza del 30 giugno, prolungando la stagione a luglio e con la Fifa già al lavoro per allungare tutti i contratti dei giocatori. Nella riunione di domani, prevista tra Uefa, Eca, Fifpro e segretari generali delle Federazioni ed utile per tracciare il punto della situazione sarà proprio la Uefa ad illustrare i tre piani disegnati per dettare le possibilità di ripresa.

Il primo prevede un ritorno in campo a metà maggio, tra il 16 ed il 17. Il secondo, definito di buon senso, traccia la possibilità di ripresa tra la fine di maggio e l’inizio di giugno – entro il 3 – mentre il terzo scenario racconta di un’ultima spiaggia, con la ripresa che slitterebbe a fine giugno. In caso di piano C si arriverebbe a giocare anche oltre Ferragosto, con la necessità di garantire l’assegnazione dei trofei e la definizione dei campionati nazionali. Il tutto anche a costo di influenzare la prossima stagione, valutando anche la definizione del percorso europeo se parallelo, precedente, o successivo alla regular season delle diverse serie.

Questo il disegno tracciato dal quotidiano in merito alla possibile ripresa delle ostilità: tutto, o quasi, dipenderà però dalla diffusione del virus. La speranza più grande è quella di concludere le coppe europee davanti ai tifosi anche se, al momento, la strada sembra difficilmente percorribile.


Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Icardi sui social risponde a Maxi: “Bambini a Milano? E’ permesso tornare nella residenza”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy