CdS – Lazio-Inter, 150 milioni di differenze ed un solo punto di distanza

CdS – Lazio-Inter, 150 milioni di differenze ed un solo punto di distanza

I due club separati dai numeri del mercato: 28 milioni spesi dai biancocelesti, 177 invece dai nerazzurri

di Giuseppe Coppola

Due mondi opposti che si sfidano, separati da un solo punto in campionato. Lazio da una parte, Inter dall’altra e 150 milioni a separare le due squadre pronte a dar fastidio alla Juventus, ultima protagonista del terzetto in lotta per il primo posto. Come sottolineato dal Corriere dello Sport, il club biancoceleste nel corso della scorsa estate ha speso 28 milioni sul mercato: 177 quelli sborsati dai nerazzurri in due finestre di trattative per la rincorsa della Beneamata allo scudetto.

Differenze notevoli anche nel monte ingaggi: 70 milioni sul piatto per i romani, 145 invece per i milanesi guidati da Conte che percepisce uno stipendio da 10 milioni più 2 di bonus, un totale di sei volte superiore rispetto ad Inzaghi che di milioni ne guadagna “soltanto” 2. L’acquisto più caro? Lazzari, arrivato dalla Spal per 16 milioni totali (11 + 5 dal cartellino di Murgia). Una lotta impari a livello di numeri, visti i 65 sborsati dalla Beneamata per Lukaku. Entrambi i club hanno inseguito Giroud, scelto come ciliegina sulla torta di una macchina agguerrita per la vetta, ma con tempistiche diverse. L’Inter lo ha corteggiato, la Lazio ha provato il colpo in extremis. Oltre al mercato però c’è il campo che metterà di fronte le due squadre, divise da un solo punto in classifica nonostante le differenze economiche.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – All-in del Barça su Lautaro, l’Inter pensa ad Aubameyang. No a Viviano, sì a Chong

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy