CdS – L’Inter lavora a casa: pasti e palestra a domicilio

CdS – L’Inter lavora a casa: pasti e palestra a domicilio

I nerazzurri provano ad ovviare in tutti i modi all’emergenza che ha costretto il centro sportivo di Appiano alla chiusura

di Giuseppe Coppola

L’Inter corre forte verso la ripresa ma con gli interrogativi di un virus che fino ad ora non ha concesso tregua. L’emergenza ha arrestato il viaggio dei nerazzurri, in attesa di tornare a lavorare in gruppo ad Appiano Gentile. Fino al 25 marzo Zanetti ha detto che sarà ancora tutto bloccato: una settimana di speranze, inseguendo di nuovo la normalità.

Il Corriere dello Sport racconta le mosse dell’Inter per ovviare ai problemi dettati dagli allenamenti. Alla ripresa Conte ha già fissato una mini preparazione per testare i suoi e recuperare il lavoro perso. E intanto la società, in questo periodo di stop, ha scelto di muoversi per curare anche a domicilio ogni dettaglio. Dopo i pasti, anche la palestra arriva a casa dei calciatori. Alcuni hanno già l’occorrente per lavorare in casa, altri invece – come Sensi – hanno dovuto aprire le porte ad una cyclette in modo da poter lavorare non perdere parte del proprio ritmo. Intanto il club fa sapere che nessun nerazzurro ha presentato sintomi di Coronavirus e che, per questo, non verranno effettuati tamponi. Una notizia positiva, in attesa di ricevere la più bella, quella legata alla fine dell’emergenza.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Serie A, è ancora rebus calendari. Zanetti: “Lautaro il nostro futuro”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy