CHE FINE HA FATTO – Alex Telles, il terzino arrivato all’Inter con Felipe Melo

CHE FINE HA FATTO – Alex Telles, il terzino arrivato all’Inter con Felipe Melo

56° appuntamento con la rubrica settimanale di Passioneinter.com

di Simone Tortoriello, @simonzibon

“Che fine ha fatto” è la rubrica settimanale di Passioneinter.com che tratterà i vari giocatori transitati in nerazzurro che sono poi finiti nel dimenticatoio, raccontando come è proseguita la loro carriera una volta andati via dall’Inter.

Oggi è il turno di Alex Telles, il terzino brasiliano arrivato all’Inter dal Galatasaray nell’estate del 2015 assieme all’altro brasiliano Felipe Melo.

Sul finale della sessione estiva di calciomercato 2015, la prima vera campagna acquisti del Mancini-bis in cui arrivarono tanti giocatori del calibro di Jovetic, Ljajic, Perisic e Kondogbia, il tecnico nerazzurro a fine agosto ricevette due ultimi regali dalla società targata all’epoca Erick Thohir: Felipe Melo e Alex Telles. Il primo arrivò a titolo definitivo, mentre il secondo in prestito a 1,3 mln con diritto di riscatto fissato a 8.5 mln.

Telles fa il suo debutto con la maglia dell’Inter nel derby contro il Milan del 13 settembre, vinto 1-0 dai nerazzurri grazie alla rete di Fredy Guarin al 58′ minuto. Sarà titolare per quasi tutta la stagione con un ottimo rendimento, finendo in panchina solo nelle ultime giornate di campionato in cui sale in cattedra Yuto Nagatomo, e termina la stagione con 21 presenze e un espulsione, rimediata contro la Sampdoria il 20 febbraio 2016. Dopo la buona stagione disputata l’Inter tenta di riscattarlo dal Galatasaray, ma a prezzo ridotto a causa delle limitazioni imposte dal fair play finanziario, che dal dopo Moratti diventa un vero e proprio incubo per i nerazzurri. Dopo un lungo tira e molla con il club turco però la trattativa non decolla, e l’inserimento del Porto fa arenare completamente la trattativa, con il brasiliano che va a giocare nel club portoghese.

L’esordio nel campionato portoghese arriva subito alla prima giornata, in cui gioca da titolare nella gara vinta 3-1 contro il Rio Ave. E’ protagonista con due ottime prestazioni anche nei preliminari di Champions League contro la Roma, in cui da il suo contributo nella doppia sfida finita 1-1 e 3-0 per il Porto che si qualifica così ai gironi. La sua prima stagione con il Porto è molto positiva con un gol e ben 10 assist siglati in 45 partite disputate.

La seconda stagione è quella della definitiva consacrazione. Titolare inamovibile sulla fascia sinistra, salta solo 4 partite in tutta la stagione per infortunio, giocando da titolare tutte le altre e dando il suo decisivo contributo alla conquista dello scudetto, con 3 gol e 14 assist in campionato. Nel complessivo, gli assist siglati in stagione sono 20, suo record personale in carriera.

La stagione 2018/19 inizia subito alla grande, con il suo secondo trofeo conquistato con il Porto, la Supercoppa portoghese, vinta battendo 3-1 il Desportivo Aves. La sua è un’altra stagione da stakanovista puro, dove gioca 33 delle 34 partite di campionato da titolare, saltando solo Porto-Boavista il 5 aprile a causa di un infiammazione della borsasinoviale. Dopo aver centrato il record di assist in una stagione l’anno precedente, adesso arriva il turno del record di gol: infatti saranno 6 le reti siglate in stagione, 4 in campionato, una in Champions League e una nella coppa nazionale. Al termine della stagione Alex Telles attira su di sè le attenzioni dell’Atletico Madrid, che è arrivato a offrire 35 milioni per portare a Madrid il brasiliano, ma il muro del Porto ha resistito, e la forte volontà del tecnico Conceicao di non perdere il suo pupillo ha prevalso, convincendo il terzino a continuare la sua avventura portoghese. Rumors degli ultimi giorni dicono che la Juventus potrebbe tentare un affondo il prossimo gennaio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy