CHE FINE HA FATTO – Biabiany, dall’effetto yo-yo alla Serie B

CHE FINE HA FATTO – Biabiany, dall’effetto yo-yo alla Serie B

78° appuntamento con la rubrica settimanale di Passioneinter.com

di Simone Tortoriello, @simonzibon

“Che fine ha fatto” è la rubrica settimanale di Passioneinter.com che tratterà i vari giocatori transitati in nerazzurro che sono poi finiti nel dimenticatoio, raccontando come è proseguita la loro carriera una volta andati via dall’Inter.

Oggi tocca a Biabiany, l’esterno francese tornato più e più volte a vestire la maglia dell’Inter nel corso degli anni.

Dopo essere cresciuto nelle giovanili dell’Inter dal 2004 al 2007 ed essersi fatto le ossa nel campionato italiano con le maglie di Chievo Verona, Modena e Parma, nell’estate del 2010 Jonathan Biabiany torna definitivamente all’Inter in prima squadra.

L’inizio stagione è promettente per l’attaccante francese, che nel 4-3-3 di Benitez trova molto spazio anche grazie ai tanti infortuni. Riceve anche l’onore di giocare da titolare la finale del Mondiale per Club contro il Mazembe vinta 3-0, partita in cui sigla il suo primo gol con la maglia nerazzurra mettendo il timbro sul trofeo. Difficilmente in quel momento avrebbe pensato che sarebbe stata la sua ultima partita con l’Inter, ma dopo l’addio di Benitez e l’arrivo di Leonardo sulla panchina nerazzurra, il brasiliano decide di fare a meno di Biabiany, che viene ceduto alla Sampdoria nell’ambito dell’operazione che porta Giampaolo Pazzini all’Inter.

L’esterno francese fa la sua prima apparizione in blucerchiato il 30 gennaio 2010, subentrando al 66′ in Napoli-Sampdoria. A causa di qualche problema muscolare di troppo che limita il suo minutaggio, il rendimento di Biabiany alla Sampdoria è deludente, con un solo gol all’attivo contro il Palermo. A fine stagione dopo la retrocessione del club ligure viene ceduto al Parma in prestito con diritto di riscatto, facendo così ritorno nel club che lo ha lanciato in A.

Il ritorno a Parma fa bene all’attaccante, che con la maglia del club emiliano ritrova subito la sua dimensione, divenendo uno dei pilastri della squadra disputando un’ottima stagione condita da 6 gol e 9 assist, suo record personale, che gli consente così di guadagnarsi il riscatto da parte del Parma. Durante la stagione successiva attira su di sé anche l’interesse del Milan, che in estate è ad un passo dal tesserarlo, prima di virare poi su Jack Bonaventura. Pochi mesi dopo per Biabiany cambia tutto: lo staff medico del Parma riscontra che il calciatore ha un’aritmia cardiaca, ed è costretto a terminare la stagione dopo solo una partita. Nell’aprile del 2015 rescinde anche il contratto con il Parma. In tanti in quel momento hanno pensato che la carriera di Biabiany fosse finita, ma in estate il francese guarisce, supera i test fisici e fa ritorno all’Inter per la terza volta in carriera.

Nonostante non giochi quasi mai da titolare, Biabiany riesce comunque a ritagliarsi il suo spazio in nerazzurro, collezionando 24 presenze e un gol decisivo nella partita vinta 1-0 con il Frosinone. Dopo la prima stagione resta fuori dal progetto di Frank De Boer, e viene ceduto in prestito allo Sparta Praga. Dopo soli 12 mesi però il francese è nuovamente di ritorno ad Appiano, ma all’Inter non c’è spazio, ed è tempo di un nuovo ritorno, questa volta al Parma, facendo ritorno anche al club crociato per la terza volta. La stagione 2018-2019 è però tempestata di infortuni per Biabiany, che disputa solo 13 presenze rimanendo svincolato al termine di essa. Il 9 novembre 2019 viene tesserato dal Trapani in Serie B, squadra in cui si trova attualmente.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Juventus-Inter, c’è l’annuncio UFFICIALE. Le parole di Steven Zhang su nuovo stadio, razzismo e molto altro

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy