Condò: “Si può pensare a rinviare la Coppa Italia in estate. Non si è pensato alla parità di condizioni”

Condò: “Si può pensare a rinviare la Coppa Italia in estate. Non si è pensato alla parità di condizioni”

Le parole del giornalista sulla vicenda legata a Juventus-Inter rinviata

di Martina Napolano, @OnlyLoveINTER

Paolo Condò, giornalista, ha parlato a Sky Sport della situazione legata al rinvio di Juventus-Inter. Ecco le sue parole: “Mi sono fatto un’idea di decisioni discutibili, la prima è quella di cambiare la decisione su Juventus-Inter, la seconda di non sospendere tutte le partite per mantenere la contemporaneità del turno. Questa è una cosa che condizione che sfavorisce altri. Mi sono scervellato sul calendario dei prossimi tre mesi per capire come se ne poteva uscire ed è un problema che si pone anche nella prossima giornata se dovesse venire rinviata. E’ una questione che va ad impattare sulla finale di Coppa Italia“.

Se dovesse saltare ancora un turno, sarebbe impossibile giocarla, perché il campionato ha un impatto maggiore. A questo punto la finale dovrebbe essere spostata come grande evento dell’estate, prima dell’inizio del campionato. La Supercoppa si gioca a dicembre, quindi non ci sarebbero problemi. Avrei tenuto unite tutte le squadre. Ci sono tante corse nella classifica, ma noi guardiamo solo la corsa scudetto e la Lazio continua a giocare normalmente, mentre all’Inter ci sarà un calendario infernale“.

Ci si deve auspicare che in Europa arrivino più avanti possibile e non si deve gufare per l’uscita di queste. Inter-Sampdoria si deve togliere di torno il prima possibile per sgasare il calendario di maggio. Se l’Inter passerà al turno successivo di Europa League, c’è una data estrema, al ritorno delle Nazionali. L’Inter e la Samp giocherebbero la domenica, ma si potrebbero anticipare al sabato e giocare Inter-Sampdoria il lunedì, ma è una data estrema. Con la pausa delle Nazionali cominciano anche le qualificazioni delle squadre sudamericane, altrimenti si poteva chiedere di posticipare qualche gara“.

Bisogna salvaguardare la parità di condizioni ed è una cosa che non è stata fatta su questa giornata, ma bisogna farlo d’ora in avanti. Se vengono rinviate le gare della prossima settimana, colpisci la finale di Coppa Italia. Dal Pino ha preso una decisione sbagliata. E’ chiaro che siamo in una situazione dove non si trova unanimità. Si doveva giocare Inter-Sampdoria a porte chiuse per avere il precedente per giocare a porte chiuse in questa giornata. Tutti i club sono stati sentiti e la Juventus ritiene che si doveva giocare a porte aperte. L’Inter giustamente ritiene che non può ridursi a giocare un maggio allucinante: 9 partite in solo un mese“.

Se fai saltare una giornata, questa giornata slitta. E’ giusto che ci sia una consecutio decisa all’inizio. Non si può giocare Juventus-Inter all’ultimo. Io avrei fatto giocare le partite a porte chiuse. La partita a porte chiuse andava in contemporanea con il Clasico e per un prodotto che si vuole vendere sul mercato internazionale, il colpo era grave. Sulle parole di Dal Pino aspetto di sentire la versione di Marotta. Immagina cosa sarebbe successo se si fosse giocata Juve-Inter a porte aperte con soli piemontesi. Spero che i presidenti ripenseranno al campionato a 18 squadre, a partire prima, ad una sosta di Natale più compressa. Si sta verificando il disastro perfetto perché non sono state prese precauzioni“.


Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Marotta al Corriere della Sera: “Campionato falsato, ora si giocherà sempre a porte aperte”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy