Condò: “Stop alla Serie A conferma del grave momento, non hanno senso nemmeno le porte chiuse. Inter-Getafe? Per ora credo si giocherà”

Condò: “Stop alla Serie A conferma del grave momento, non hanno senso nemmeno le porte chiuse. Inter-Getafe? Per ora credo si giocherà”

Il giornalista ha parlato anche della situazione relativa a svolgimento del Campionato ed Europei

di Andrea Ilari

Notizia dell’ultima ora è l’estensione, comunicata dal Premier Giuseppe Conte in conferenza stampa, della zona rossa a tutto il territorio della Penisola. Conseguentemente a ciò, le parole del Presidente del Consiglio, hanno confermato la sospensione delle attività sportive e lo stop alla Serie A. Paolo Condò, intervenuto in diretta via Skype a Sky Sport24, ha commentato i recenti sviluppi. Queste le sue parole:

La conferma che il momento è così grave e non ha senso giocare nemmeno a porte chiuse. A questo punto la curiorisità è quella di vedere quali saranno gli effetti di questa sospensione anche dal punto di vista europeo. Giovedì ci sarà a S. Siro Inter-Getafe a porte chiuse e credo di aver capito che la competizione europea sia consentita almeno questa settimana altrimenti l’alternativa sarebbe reperire un campo neutro in un altro paese. Già la Juventus ci aveva pensato, ma non è stato possibile. Ora siamo un po’ considerati gli appestati d’Europa. Almeno per il momento credo si potrà giocare la partita“.

Un commento poi, sul prosieguo degli allenamenti dei calciatori: “Era chiaro da ieri il campionato sarebbe stato interrotto, bisogna vedere cosa farà l’Europa e questo dipenderà dall’andamento del contagio. Penso che i professionisti dello sport abbiano un protocollo differente rispetto a quello abituale. verrà provato una sorta di smart working per l’allenamento delle squadre. Tutti più o meno hanno una palestra a casa e potranno svolgere il lavoro individuale. Uno dei motivi per i quali è stato chiuso il campionato è preservare la salute dei giocatori”.

Infine, Condò, ha analizzato i possibili risvolti a livello di calendario della Serie A: “Campionato ed Europeo? In questo senso la risposta la deve dare l’Uefa. Credo che un rinvio dell’Europeo di un paio di settimane sia nell’ordine delle cose. In questo caso il campionato italiano o anche la Coppa Italia, se non avessero scadenze da rispettare, si giocherebbero fino a quando ci fosse necessità. Se invece non si rendesse necessario rinviare gli Europei, il calcio italiano o ottiene una deroga per giocare fino a pochissimo prima l’Europeo oppure il campionato dovrà essere interrotto a un certo punto. Dovranno essere prese delle decisioni riguardo a classifica, retrocessioni…

 


Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

UFFICIALE – Lo sport e la Serie A si fermano. Il premier Conte: “Misure più dure, nessun motivo per continuare il campionato”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy