CdS – Conte ad un passo dal record di Herrera: battere la Juventus per raggiungere la settima

CdS – Conte ad un passo dal record di Herrera: battere la Juventus per raggiungere la settima

Non sempre le vittorie consecutive di inizio stagione hanno portato lo scudetto

di Antonio Siragusano

Probabilmente questi son numeri che poco contano per gli allenatori, ma bisogna comunque sottolineare che vincendo la partita con la Juventus, Antonio Conte eguaglierebbe il record di vittorie consecutive sulla panchina dell’Inter stabilito da Helenio Herrera nella stagione 1966/67. Insomma, raggiungendo la settima vittoria consecutiva in sette partite, il nome del tecnico leccese verrebbe immediatamente scolpito nella storia del club nerazzurro al pari di una leggenda come il Mago.

Ma attenzione, perché anche in caso di successo non sarebbe comunque opportuno parlare di scudetto, anzi. I precedenti in tal senso non sono di certo confortanti se si considera che nella stessa annata del record di Herrera, il tricolore non venne vinto dall’Inter bensì dalla Juventus. Ed anche recentemente vi sono casi analoghi: pensiamo alla Roma del primo Rudi Garcia nel campionato 2013/14 che iniziò con 10 vittorie di fila – record assoluto per la serie A – ma venne comunque battuta dai bianconeri nella corsa scudetto.

Più indietro nel tempo – come scritto questa mattina sulle pagine del Corriere dello Sport – nell’annata 1942/43 fu il Livorno a fare percorso netto nei primi 6 turni, per poi lasciare lo scudetto al Torino. Curioso anche il caso del 2017/18, con Juve e Napoli in coppia a 18 punti dopo 6 giornate. Poi solo i partenopei aggiunsero il settimo successo, ma furono comunque i bianconeri a laurearsi campioni d’Italia.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Mourinho: “Inter casa mia, ma il mio futuro non è in Italia. Addio? Sapevo sarebbe andata così”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy