Coronavirus, anche Hudson-Odoi positivo: Chelsea ed Everton in quarantena

Coronavirus, anche Hudson-Odoi positivo: Chelsea ed Everton in quarantena

L’attaccante del Chelsea è il primo contagiato tra i calciatori. Toffees in isolamento

di Giuseppe Coppola

Dopo l’annuncio dell’Arsenal che ha comunicato la positività al Coronavirus del suo tecnico Mikel Arteta, la Premier League fa i conti con il suo primo calciatore contagiato. Accertata la positività per l’attaccante del Chelsea Callum Hudson-Odoi: i Blues, secondo quanto raccontato da La Gazzetta dello Sport, sono ora in quarantena insieme allo staff tecnico. Annullata la conferenza stampa della vigilia del match con l’Aston Villa, prevista per le 14.30 italiane di oggi: si attendono novità sul prosieguo della Premier League.

“Ho avuto il virus per un paio di giorni – racconta Hudson-Odoi in un videomessaggio – e sono guarito, ma mi auto-isolo per un paio di giorni seguendo le direttive sulla salute”. L’allarme è scattato nella giornata di ieri, quando i calciatori del Chelsea non si sono allenati a causa della disinfestazione ordinata per uffici e strutture del centro sportivo per le condizioni di salute di un membro dello staff dei Blues. Riunione di emergenza in programma in Inghilterra per decidere il futuro del campionato inglese. Intanto, Premier League, Football League e governo restano orientati sulla disputa delle gare regolarmente a porte aperte. Anche l’Everton costretto alla quarantena dopo aver affrontato il Chelsea domenica 8 marzo: un contagiato anche tra i Toffees con “sintomi consistenti” come rivelato dal club.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Uefa: stop a Champions ed Europa League. Inter al lavoro sui riscatti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy