Coronavirus, è caos anche in Sudamerica: la Libertadores si ferma, in Argentina vanno avanti

Coronavirus, è caos anche in Sudamerica: la Libertadores si ferma, in Argentina vanno avanti

Il River Plate contro la Federazione: “Noi non giochiamo!”

di Davide Ricci, @davide_r22

Arrivano i primi contagi da Covid-19 anche in Sudamerica. Il calcio oltreoceano è però in un limbo molto pericoloso dato che – come riporta La Gazzetta dello Sport – la Conmebol non ha dato alcuna direttiva. La Copa Libertadores, per esempio, si è fermata ed ha deciso di sospendere tutte le gare. In Argentina – invece – il campionato va avanti.

Ed è proprio lì che c’è lo scontro più duro: il River Plate si rifiuta di giocare la partita di Superliga a causa di alcuni sintomi riscontrati in alcuni giocatori della squadra giovanile. Il club di Buenos Aires è ferma sui propri passi e con un comunicato ufficiale ha fatto sapere che “la squadra non si presenterà a Tucuman”. 

Il braccio di ferro continua, almeno fino a quando non interverrà il Governo: la Federazione ha avuto rassicurazioni dalle autorità sanitarie e dunque il calcio in Argentina andrà avanti, anche contro i pareri delle stesse società.


Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

ESCLUSIVA – Coronavirus, Pauluzzi (L’Equipe) avvisa la Francia: “Troppo menefreghismo, ora è tardi. L’Italia un esempio”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy