De Siervo (ad Serie A): “Cori razzisti inammissibili, ringrazio Lukaku. Il messaggio della Curva Nord…”

De Siervo (ad Serie A): “Cori razzisti inammissibili, ringrazio Lukaku. Il messaggio della Curva Nord…”

Le parole dell’amministratore delegato della Serie A sui fatti di Cagliari

di Davide Ricci, @davide_r22

Il fenomeno razzismo nel calcio è un qualcosa da combattere duramente e, dopo l’episodio di domenica di Cagliari con protagonista Lukaku, le prese di posizione da parte di tanti protagonisti del mondo calcistico sono sempre di più.

A commentare e difendere l’attaccante dell’Inter, oggi ci ha pensato direttamente l’amministratore delegato della Serie A Luigi De Siervo. Intervistato ai microfoni di Radio Punto Nuovo, l’ad ha usato parole dure: “L’Italia non è un paese razzista, ma ci sono gruppi di cretini. E’ un fenomeno che stiamo cercando di combattere ma le persone si sfogano e allo stadio tutti si sentono più liberi. La lettera della Curva Nord inizia bene ma poi finisce male, perché i cori sono inammissibili. Lukaku è un ragazzo giovane e lo ringrazio, ha combattuto partite di varia natura. Abbiamo chiesto ad ogni Società il giocatore più sensibile al razzismo per una campagna di sensibilizzazione”.


Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già 1586 interisti!

L’Inter e l’effetto San Siro: quattro gare di fila in casa per dare uno sprint alla stagione

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy