ESCLUSIVA – Altobelli sta con Icardi: “Provvedimenti troppo forti. Gli sono vicino: non meritava questa fine. E Lukaku non è al suo livello”

ESCLUSIVA – Altobelli sta con Icardi: “Provvedimenti troppo forti. Gli sono vicino: non meritava questa fine. E Lukaku non è al suo livello”

L’ex attaccante nerazzurro difende Mauro: “Ora sarà difficile sostituire lui e Nainggolan”

di Daniele Najjar, @Daniele_najjar

Non tutti attaccano Mauro Icardi. Nel giorno in cui la sua avventura all’Inter ha toccato il punto più basso, la redazione di Passioneinter.com ha contattato in esclusiva l’ex giocatore nerazzurro, Alessandro Spillo Altobelli, che ha sì sottolineato quali sono stati gli errori di Maurito, ma che si è detto preoccupato per le scelte forti della società.

Altobelli, Icardi ha ufficialmente lasciato il ritiro dell’Inter. Cosa ne pensa di questa vicenda?

“Come interista sono molto dispiaciuto. Icardi calciatore è sempre stato straordinario, un grande professionista. Un finale così sinceramente non me lo aspettavo. Sono stati fatti degli errori che Mauro sta pagando a caro prezzo. Mi sento vicino a lui: non meritava di fare questa fine”.

Secondo lei quindi chi ha maggiori colpe in tutto questo caso?

“Da gennaio penso che sono stati presi dei provvedimenti troppo forti. L’Inter doveva giocare match molto importanti per la Champions. Anche se Icardi ci ha messo molto del suo, perché non è andato a giocare in coppa, allenandosi senza seguire la squadra. E’ stata una scelta squilibrata. La società oggi sa quello che sta facendo e si prende le responsabilità, oltre che delle decisioni su di lui, anche per quanto riguarda Nainggolan”.

Arrivati a questo punto da tifoso dell’Inter: dovesse scegliere lo darebbe alla Juventus o al Napoli?

“A intuito penso che Icardi abbia già un accordo con la Juventus da molto tempo. Questo perché è un ottimo giocatore. Se lo valutiamo per quello che è capace di fare in campo bisogna dire che è fra i primi 5 al mondo. Fuori ha fatto degli errori gravi che forse qualche altra società pensa di poter gestire meglio. Magari la Juventus costruirà una squadra che può vincere tutto e Mauro si potrà togliere grandi soddisfazioni”.

In uscita c’è anche Nainggolan: anche lui è stato messo pubblicamente alla porta…

“Io non metterei alla porta uno come Nainggolan che ho pagato tanto e per il quale ho dato via un giovane molto bravo. Oggi se qualcuno volesse Radja non lo pagherebbe nulla: è fuori rosa, non rientra nei programmi e quindi l’Inter si deve accontentare di quello che arriverà. Marotta è il numero uno in Italia, però il dubbio rimane”.

Ai tuoi tempi hai mai assistito a vicende così clamorose nello spogliatoio?

“Non ricordo nulla di simile. Due calciatori così importanti… Nainggolan comunque non ha fatto nulla anche se qualcuno gli attribuisce determinati comportamenti. Ma io ricordo sempre il gol nell’ultima partita con l’Empoli, che è valso la Champions. Non ricordo provvedimenti così seri nei confronti di propri giocatori. Che poi andranno sostituiti: non sarà facile sostituirli: Nainggolan è arrivato come un big. L’Inter ha fatto sacrifici per prenderlo. Sono un po’ preoccupato”.

Alla luce di questo: crede che l’Inter possa ugualmente puntare a ridurre il gap con la Juventus in tempi brevi?

“Noi conosciamo la nuova dirigenza dell’Inter e ci fidiamo di loro. Quest’anno sarà un campionato ancora più difficile: Juventus, Napoli e Roma si sono rinforzati. Il Milan è messo bene. Bisogna cercare di anticipare i tempi sul mercato. Sarà una stagione difficile e anche pericolosa per quanto successo”.

Come vede il nuovo corso con Conte?

“Lo giudico solo come allenatore: ha dimostrato di essere un ottimo tecnico, con carattere, polso, si fa rispettare. Vuole che i giocatori rispettino le regole e questo mancava all’Inter. E’ stata un’ottima scelta quella di portarla all’Inter anche se Spalletti ha fatto il suo riportando la squadra in Europa“.

Gli obiettivi principali ora sono Dzeko e  Lukaku: come li vedi all’Inter?

“Intanto non dimentichiamoci di Lautaro: sta crescendo fortemente e va valutato. Dzeko è un ottimo giocatore, un buonissimo attaccante l’ho sempre visto giocare bene. Per quanto riguarda Lukaku, sinceramente non lo vedo forte come Icardi. Assolutamente”.

Qual è il tuo grande sogno sul mercato? Un giocatore che vorresti vedere all’Inter ad ogni costo?

“La Juventus ha preso Ronaldo, io vorrei che l’Inter prendesse Messi. O al limite Mbappé!”.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 1.000 interisti!

Mercato – Messaggi cifrati da Lukaku sul futuro: “Voi giornalisti saprete qualcosa settimana prossima”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy