L’Équipe – Le 6 meraviglie del calcio europeo, c’è Sebastiano Esposito: “La più grande speranza del calcio italiano”

L’Équipe – Le 6 meraviglie del calcio europeo, c’è Sebastiano Esposito: “La più grande speranza del calcio italiano”

L’attaccante nerazzurro protagonista del terzo capitolo della serie dedicata dal quotidiano francese ai giovani talenti più promettenti in Europa

di Andrea Ilari

Talento cristallino e un futuro che sembra essere proiettato verso i più alti livelli del calcio europeo. Il giovanissimo attaccante dell’Inter Sebastiano Esposito, dopo le ottime prestazioni mostrate con la Primavera, ha stregato in molti questa estate nelle amichevoli disputate con la formazione guidata da Antonio Conte. Ancora nessuna presenza in Serie A, ma numeri e qualità da vendere, apprezzati e tenuti in grande considerazione dal tecnico pugliese.

Ed è proprio al classe 2002 nerazzurro, che il quotidiano francese L’Équipe ha dedicato uno speciale approfondimento all’interno della serie dedicata alle ‘Meraviglie del calcio Europeo’. “Sebastiano Esposito, è di famiglia“, questo il titolo scelto per presentare il giovane talento nerazzurro. “Figlio e fratello di calciatori professionisti – si legge – il giovane attaccante dell’Inter, corteggiato quest’estate dal PSG, è la più grande speranza per il calcio italiano“.

Gli altri 5 talenti del calcio europeo raccontati da L’Équipe sono: Ansu Fati (Barcellona), Joelson Fernandes (Sporting CP), Karamoko Dembele (Celtic), Mohamed Ihattaren (PSV) e Karim Adeyemi (Salisburgo). Un grandissimo attestato di stima quindi, che conferma quanto anche all’estero si riconosca in Esposito quanto già alla Pinetina tutti credono: un talento puro e cristallino, pronto a dire la sua senza paura.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Godin: “Inter? Contento della nostra partenza. Infortunio niente di grave, vi spiego cosa ho sentito”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy