Giulini rimprovera l’Inter: “Peccato di presunzione, purtroppo capita. Un rimpianto? Il mancato gol di Longo”

Giulini rimprovera l’Inter: “Peccato di presunzione, purtroppo capita. Un rimpianto? Il mancato gol di Longo”

di

Giulini Inter

Giulini Inter

Tommaso Giulini, attuale Presidente del Cagliari ed ex membro del CdA dell’Inter, aveva chiesto una vittoria ai suoi ragazzi ed è stato accontentato alla grande. In una giornata storica per i tifosi sardi, la formazione rossoblu, sfruttando al meglio l’inferiorità numerica dei nerazzurri, ha demolito l’Inter e conquistato i primi 3 punti dell’era Zeman a San Siro. Il n.1 di casa Cagliari questa mattina è intervenuto a Radio Rai durante la trasmissione radiofonica Radio Anch’io Lo Sport e ha così parlato di tanti temi tra cui i vari fattori che hanno portato all’inatteso crollo casalingo dell’Inter. Questa l’intervista integrale: “Sono stato otto anni nel CdA nerazzurro e ho vinto cinque scudetti di fila vivendo anche il Triplete. E’ stata una grande esperienza di vita. Ieri sera ho ricevuto numerose telefonate, non me l’aspettavo ma il calcio è imprevedibile. Nelle scorse settimane è stato bellissimo vedere i nostri tifosi applaudirci nonostante le sconfitte, il mondo del calcio ha bisogno di questi valori che sembravano persi”. L’Inter come le è sembrata? “Mazzarri ha schierato una formazione un po’ presuntuosa, purtroppo capita. L’allenatore deve cercare di eliminare questo aspetto, è un problema dell’Inter. È raro vedere la Juve peccare di presunzione, all’Inter invece a volte capita. I motivi per questi cali di tensione? Sinceramente non riesco a darmi una spiegazione. Nell’ambito della mia esperienza, l’unico che è stato sul pezzo è stato Mourinho. Gli altri hanno sempre riscontrato queste difficoltà”. Quanto vale oggi Ibarbo? “Non so, lo dirà il mercato. Quest’estate ho sempre detto che non avremmo ceduto il colombiano per meno di 20 milioni, sarebbe ridicolo se ora dicessi che ne vale quaranta ma sicuramente la gara di ieri non ha abbassato il prezzo del nostro calciatore. Non si può dire che Ibarbo non sia un grande calciatore, sfido chiunque a trovare un calciatore dell’Inter nettamente superiore al nostro colombiano”. E’ vero che voleva anche un altro gol’ “La mia più grande soddisfazione sarebbe stata quella di vincere 5-1 col gol di Samuele Longo, ci è andato vicino nel finale di gara”.

LEGGI ANCHE: MAZZOLA ATTACCA TUTTI: “NON VEDO GENTE ALL’ALTEZZA DELL’INTER”

LEGGI ANCHE: IL BILANCIO DOPO LA TEMPESTA

Follow @antocarboni91

Giulini Inter
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy