Inter-Juventus sotto la lente economica, Bellinazzo: “Agnelli e Zhang storie opposte, ma…”

Inter-Juventus sotto la lente economica, Bellinazzo: “Agnelli e Zhang storie opposte, ma…”

Le parole del giornalista de Il Sole 24 Ore ai microfoni di Sky Sport

di giorgiotrobbiani

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport 24, Marco Bellinazzo, giornalista de Il Sole 24 Ore ha parlato della sfida fra Inter e Juventus di domenica sera, anche sotto il punto di vista economico: “Sono due storie, quelle di Andrea Agnelli e Steven Zhang, in qualche modo opposte. La famiglia Agnelli è il capitalismo italiano, oggi si traduce nella EXOR. Suning invece sono la modernità strana del capitalismo cinese, e anche la sua incredibile storia. Nel 91 Zhang Jindong apre un negozio di condizionatori, oggi fatturano fra i 60 e i 70 miliardi all’anno. L’Inter rappresenta la chiave per entrare nei mercati europei e mondiali. Dopo l’uscita di Marotta, il ruolo di Nedved è diventato più influente. L’evoluzione di Zanetti è stata in qualche modo più lenta. Lui sta facendo un percorso, ma è chiaro che ora rappresenti la bandiera dell’Inter nel mondo”

Sull’ECA: “Qualche settimana fa alla Bocconi si è discusso di FPF, i due erano seduti vicino e mi è sembrato che ci fosse grande sintonia fra i due che vogliono aggiornare e credo che lavoreranno molto bene insieme”.

Sulla questione stadio: “L’importanza di avere uno stadio di qualità, con tutta una serie di servizi, diventa cruciale se si vuole pensare a competere con le big europee. L’orientamento del consiglio comunale sembrerebbe più negativo rispetto ad un entusiasmo che io mi sarei aspettato, mi auguro che le società riescano a far cambiare idea al sindaco Sala. E’ evidente che Milano debbano avere un distretto dello sport”.

Sulle entrate, le uscite e il marketing: “Se andassimo più indietro, ci renderemmo conto che la Juventus ha fatto benissimo sia fuori che dentro il campo. L’area commerciale è il fiore all’occhiello dell’Inter. L’apporto degli sponsor potrà essere ancora più significativo, ora i nerazzurri hanno Pirelli, ma si sta trattando con Evergrande che porterebbe almeno a raddoppiare l’introito”.

Sui costi della Juventus: “La Juventus sta superando quota 500 milioni, ma è chiaro che i costi crescano prima dei ricavi. I bianconeri si sono trovati in una situazione negativa, ma ha varato un aumento di capitale che andrà a far fronte alle necessità di cassa. Ronaldo e Higuain costano 120 milioni all’anno. Questo è stato fatto all’interno di un piano di branding. Gli ultimi due bilanci sono in rosso, c’è un limite di 30 milioni, i bianconeri sono al momento dentro”.

Sulla rivalità, anche sul mercato: “Fatto sta che quando Zhang Jindong ha deciso di volere vincere con l’Inter, ha scelto Marotta e Conte e ci sarà anche questa sfida fratricida. Quest’estate molti hanno detto che Marotta ha vinto con Paratici e quindi la rivincita potrà essere servita presto”.

<iframe src="https://gopod.me/embed.php?t=0&p=yU5Ot" width="100%" height="280px" frameborder="0" scrolling="no"> </iframe>

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

ESCLUSIVA – Amadeus: “Inter-Juventus? 2-1! Sensi e Barella campioni veri. Sogno Mourinho che ‘benedice’ Conte a Sanremo”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy