Inter, senti Cobolli Gigli: “Polemiche? Sì ma con ironia. Elkann ci avrà pensato prima di parlare ma non…”

Inter, senti Cobolli Gigli: “Polemiche? Sì ma con ironia. Elkann ci avrà pensato prima di parlare ma non…”

Queste le dichiarazioni dell’ex presidente della Juventus

di Francesco Gallone, @gallooone

Non accenna a placarsi la polemica post JuventusInter. Dopo il botta e risposta tra John Elkann e la società nerazzurra, quest’oggi è intervenuto ai microfoni di calciomercato.it anche l’ex presidente della Juventus, Giovanni Cobolli Gigli, nel tentativo di smorzare i toni: “Io, personalmente, sono sempre stato contro le polemiche. E’ capitato anche a me nella mia vita sportiva con la Juventus di fare polemica in occasione di una partita contro il Napoli, ma ho sempre cercato di evitarle. Capita a tutti di subire delle decisioni considerate ingiuste, ma alla fine queste si compensano con altre considerate invece giuste. Se cominciamo a mettere in dubbio la capacità degli arbitri di dirigere una partita, diventa tutto più complicato perché finiremmo nel vivere in un mondo di super moviole”.

POLEMICA INTER-JUVE – “Personalmente – ha aggiunto l’ex presidente della Juventus – eviterei le polemiche sia da una parte che dall’altra, perché se si fanno delle polemiche bisogna avere la classe e la capacità comunicativa per farle in maniera ironica. Le dichiarazioni sull’abitudine a perdere? Chi ha pronunciato certe parole, occupa una posizione di grandissimo livello e sicuramente ci avrà pensato. Certamente, certe dichiarazioni non aiutano a mantenere i nervi calmi. Juventus-Inter è stata una partita in cui l’Inter ha confermato di avere buoni giocatori e di credere in se stessa. Ha dato filo da torcere alla Juventus, che probabilmente non ha disputato una gran partita ma che è riuscita ugualmente a contenere le azioni dell’Inter. La Juventus, poi, si è rivelata più pericolosa a livello di tiri in porta rispetto ai nerazzurri”.

VIDEO – LA BATTAGLIA DELLO STADIUM

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy