INTERISTI ON THE ROAD – Icardi ancora a secco preoccupa il PSG, male anche Nainggolan e Politano

INTERISTI ON THE ROAD – Icardi ancora a secco preoccupa il PSG, male anche Nainggolan e Politano

Consueto appuntamento con la rubrica settimanale di Passioneinter.com: scopri come sono andati i nerazzurri in giro per il mondo

di Marco Accarino

Icardi, Lazaro, NainggolanPerisic e tanti altri: la dirigenza dell’Inter nelle due sessioni di mercato (invernale ed estiva) ha concluso importanti operazioni in uscita mandando in prestito diversi giocatori considerati fuori dal nuovo progetto tecnico nerazzurro di Antonio Conte. Come di consueto Passioneinter.com con la rubrica Interisti on the road vi terrà aggiornati sulle prestazioni dei giocatori di proprietà nerazzurra con le loro rispettive squadre.

ICARDI – Il suo Paris Saint-Germain vola sempre più in alto e sempre più vicino alla perfezione, con il titolo di campione di Francia ogni domenica sempre più vicino. In attacco però lo score dell’attaccante argentino si è fermato ormai da un mese: non trova la via del gol e fatica ad entrare nel vivo del gioco della squadra parigina. Il campanello d’allarme suona anche per altri due motivi, il primo è perché l’allenatore Tuchel ha a più riprese espresso la propria preoccupazione per questa situazione di stallo e poi il rientro di Edinson Cavani – in gol proprio domenica contro il Lione, prossima avversaria della Juventus in Champions League – potrebbe ridisegnare la gerarchia offensiva della squadra.

NAINGGOLAN – Se nella prima parte di stagione la formazione sarda aveva “illuso” sia i propri tifosi che gli appassionati di calcio, questo girone di ritorno sta riducendo al minimo le velleità rossoblu di un posto in Europa il prossimo anno, così da celebrare al meglio il 100° compleanno della società. Tra i migliori come ogni settimana troviamo però Radja Nainggolan. Il Ninja in terra di mare sembra essere rinato sotto un punto di vista sia di genialità che di prestazioni fisiche. Anche domenica corre e lotta per due, ma a differenza di altre settimane è meno fortunato in fase di realizzazione…

POLITANO – Allo stadio San Paolo ormai da tempo – esclusa la gloriosa domenica che ha portato alla vittoria sulla Juventus – non si festeggia con gusto. Ed il festeggiamento non è arrivato nemmeno in questa settimana. Gennaro Gattuso fatica tanto a dare un’identità precisa alla propria rosa ed al proprio gioco. Nemmeno Politano, appena arrivato in Campania, può cambiare le carte in tavola. Anzi: la sua prestazione non è sicuramente lucente ed abbagliante, tanto che il suo sostituto naturale José Callejon trova il gol – inutile ai fini del risultato – prendendo proprio il suo posto.

DALBERT – Il laterale sinistro brasiliano è ormai un titolare inamovibile della formazione viola, nonostante il passaggio di consegne tra Vincenzo Montella e Beppe Iachini. C’è però da chiedersi quanto di questa titolarità sia per effettivi meriti di continuità e di realizzazione di idee e schemi studiati dal tecnico italiano. Anche contro l’Atalanta – nonostante in nessuno dei gol fatti dalla formazione bergamasca ci sia lo “zampino” di Dalbert – va in difficoltà e sembra nascondersi sempre di più col passare del tempo. Una peculiarità questa non solo sua ma di tutti i suoi compagni. Forse è l’esatta rappresentazione sul campo della fragilità che ormai da parecchio pervade i pensieri della Fiorentina stessa, da tempo alla ricerca di una nuova linfa in grado di generare più di qualche isolato caso di prestazione convincente.

PINAMONTI – Una delle migliori gare giocate dall’attaccante italiano in maglia rossoblu. Ed è tutto dire. Non fa nulla di eccezionale, non ruba l’occhio con nessuna giocata, eppure con la sua fisicità riesce sempre a tornare utile alla manovra genoana che – grazie ad un altro ex interista, Goran Pandev – strappa i tre punti al Ferraris e si rimette in gioco per la sfida salvezza. Può essere questa la pietra su cui basare un nuovo futuro, fatto da più certezze e meno incertezze, fatto da un futuro più lucente rispetto a quello immaginato anche fino solo qualche settimana fa, quando il suo addio alla terra ligure era ormai cosa quasi ufficiale.

GLI ALTRIJoao Mario impegnato in amichevole con il Lokomotiv Mosca; Yann Karamoh infortunato; Ivan Perisic infortunato; Federico Dimarco impegnato per 11 minuti in Hellas Verona-Juventus; Iount Radu non impiegato in Parma-Lazio; Facundo Colidio non impiegato dal Sint-Truiden; Michele Di Gregorio titolare in Pordenone-Livorno titolare 2-2; Samuele Longo impegnato per 24 minuti in Venezia-Frosinone; Axel Bakayoko impegnato per 1 minuto in San Gallo-Servette; Brazao non impiegato dall’Albacete; Palazzi non impiegato dal Monza; Rigoberto Rivas non impiegato dalla Reggina.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Nuovo episodio del PODCAST. Viviano alla Pinetina. Moratti sul derby: “Serata meravigliosa”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy