INTERISTI ON THE ROAD: la new entry Joao Mario delude all’esordio, super Kondogbia contro il Real Madrid

INTERISTI ON THE ROAD: la new entry Joao Mario delude all’esordio, super Kondogbia contro il Real Madrid

Il punto sui nerazzurri in prestito: prima volta da dimenticare per il portoghese con la maglia del West Ham. Bene ancora il francese del Valencia, recupera dopo un lungo stop Bakayoko

di Raffaele Caruso

KondogbiaGabigolJoao Mario e tanti altri: la dirigenza nerazzurra, tra la sessione estiva di mercato e quella invernale che sta per concludersi, ha concluso alcune operazioni in uscita mandando in prestito diversi giocatori con l’obiettivo di garantire a questi più minuti, maggiore visibilità e la possibilità di rilanciarsi dopo aver indossato la maglia dell’Inter. Passioneinter con la rubrica Interisti on the road vi terrà aggiornati sulle prestazioni dei giocatori di proprietà nerazzurra con le loro rispettive squadre.

ESTERO – Il risultato potrebbe trarre in inganno e si potrebbe pensare che il Real Madrid abbia avuto vita facile contro il Valencia: i Blancos, dopo gli ultimi deludenti risultati, si sono imposti per 4-1 nel big match della 21esima giornata di Liga andato in scena al Mestalla. In campo per i padroni di casa anche Kondogbia, che risulta essere uno dei migliori: il francese recupera una quantità industriale di palloni nel settore centrale del campo e con dei tiri da fuori impensierisce in due circostanze Navas.

Esordio da dimenticare per Joao Mario che ha lasciato l’Inter per spostarsi in prestito al West Ham. Al portoghese sono stati concessi 45′ abbondanti, ma il centrocampista  si è rivelato poco incisivo: il classe ’93 ha toccato solo 19 volte la palla, senza effettuare alcun passaggio chiave, nessun tiro e zero dribbling.

Nuova avventura anche per Gabigol: dopo non aver lasciato il segno con l’Inter e dopo aver clamorosamente fallito con la maglia del Benfica, l’attaccante brasiliano ha deciso di ripartire dal Santos per dimostrare a tutti il suo valore.

Samuele Longo, attaccante in prestito al Tenerife non è sceso in campo a causa di un infortunio muscolare mentre José Luis Oltra, tecnico del Granada, ha concesso a Rey Manaj solo una manciata di minuti nel finale della partita persa per 3-0 contro il Barcellona B.

Biabiany è ai ferri corti con lo Sparta Praga: la squadra ceca lo ha messo fuori squadra in attesa di una decisione definitiva sul suo futuro. Dopo non essere  stato convocato per il ritiro invernale in Spagna, il francese ha deciso di denunciare la società ceca per mobbing.

Non convocato Gaston Camara (Gil Vicente). Buone notizie per Bakayoko che, dopo aver recuperato dal lungo infortunio che lo ha tenuto ai box, è stato convocato da Peter Zeidler, tecnico del Sochaux, per la sfida di campionato contro il Chateauroux.

ITALIA – Dopo aver racimolato nel girone d’andata solo 12 presenze e siglato un solo gol (contro il Milan), Puscas saluta Benevento e riparte dal Novara.

Carraro parte titolare e rimane in campo per tutti i 90 minuti nella sfida persa dal Pescara in casa per 2-0 contro il Perugia. Prestazione insufficiente per il centrocampista classe 1998 che cala tantissimo nella ripresa e risulta essere altalenante nei momenti più importanti del match. Palazzi, fermato da una lesione al legamento crociato anteriore e menisco esterno del ginocchio destro, è ancora ai box.

Improvviso stop per lo Spezia di Raffaele Di Gennaro e Francesco Forte che perde 2-1 contro il Carpi di Niccolò Belloni: il portiere classe 1993 è attento sulle conclusioni avversarie nel primo tempo ma nella ripresa non può far nulla sulle reti siglate da Mbakogu e Melchiorri; l’attaccante della formazione ligure, entrato in campo al 69esimo minuto al posto di Marilungo, invece non riesce a rendersi pericoloso. Belloni parte bene sull’esterno, poi scende di ritmo e viene contenuto dalla squadra avversaria: esce al 66esimo minuto dopo aver dato tutto quello che aveva.

Vince e si riprende la vetta del campionato il Frosinone di Francesco Bardi che si impone sul campo del Cittadella per 2-1. Il numero uno dei ciociari è molto attento nelle rare occasioni in cui il Cittadella lo chiama in causa, specialmente su Kouame e Schenetti nel secondo tempo. Incolpevole sulla rete di Varnier.

Gara da spettatore non pagante per Andrei Radu (Avellino), raramente chiamato in causa dagli attaccanti della Cremonese. I campani non vanno però oltre lo 0-0: il numero uno riesce comunque a tagliarsi la scena con un super intervento che evita l’autogol di Migliorini. E’ l’unica occasione che lo vede chiamato in causa.

20 minuti per Rivas, gettato nella mischia dal tecnico del Brescia Boscaglia, nel finale del match contro il Palermo: l’esterno entra e si posiziona nel ruolo di mezzala, ma l’intesa coi compagni è pessima. Non convocato Bandini (Brescia).

Stesso minutaggio per Baldini che non riesce a cambiare nel finale le sorti del match che ha visto la Pro Vercelli imporsi per 2-0 sull’Ascoli. L’attaccante classe 1996 non entra bene in partita e viene servito pochissimo dai compagni.

Bastoni scende in campo con l’Atalanta Primavera che pareggia 1-1 contro il Torino mentre Zonta, dopo il gol all’esordio con il Bassano, entra a 10 minuti dalla fine nel match contro il Pordenone. Panchina per Romanò (Monza).

TUTTE LE INFO SULL’INTER: ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM DI PASSIONEINTER.COM

WEST HAM, SCATTA LA JOAO MARIO MANIA: SPUNTA UN RAP DEDICATO AL PORTOGHESE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy