Keita, talento da maneggiare con cura. Carattere da gestire, ma arriva con tante motivazioni

Keita, talento da maneggiare con cura. Carattere da gestire, ma arriva con tante motivazioni

L’attaccante ex Monaco si rivelerà una pedina preziosissima

di Antonio Siragusano

Maneggiare con cura, verrebbe da dire. L’arrivo dal Monaco di Keita Baldé non va assolutamente sottovalutato. Innanzitutto perché la cifra investita è ingente e l’ambiente interista si aspetterà molto dalle sue prestazioni. Poi, perché il ragazzo ha già dimostrato che in Italia può fare la differenza e, dopo una la stagione al di sotto delle sue possibilità in Francia che lo ha rimesso in discussione, la voglia di rivalsa nel Paese che lo ha lanciato è tanta.

Alla Lazio, come ricorda sulle pagine di oggi La Gazzetta dello Sport, Keita ha vinto le partite da solo, scherzato con i difensori avversari e qualche volta un po’ troppo pure con i compagni, in allenamento. È finito fuori rosa, qualche volta pure fuori strada. Ma l’Inter può e vuole far leva su un ragionamento. È stato il senegalese a scegliere l’Italia. Ha una voglia di tornare protagonista in Serie A che l’ha spinto a lasciare Montecarlo, in fondo non il posto peggiore del mondo per vivere e giocare a calcio. Keita ha motivazioni altissime e sa che l’Inter su di lui crede fortemente. È una sorta di accordo bilaterale, non c’è ragione di romperlo. Né l’accordo, né il cristallo.

SEGUI TUTTE LE NEWS SUL MERCATO DELL’INTER MINUTO PER MINUTO

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di Passioneinter.com

LA MAGIA IN SFORBICIATA DI LAUTARO MARTINEZ

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy