Klinsmann: “L’Inter per me è stata un sogno, mi ha insegnato tantissimo. Che momenti speciali le cene con Pellegrini!”

Klinsmann: “L’Inter per me è stata un sogno, mi ha insegnato tantissimo. Che momenti speciali le cene con Pellegrini!”

L’ex calciatore nerazzurro ha parlato della sua esperienza a Milano

di Donato Cerullo, @donatocerullo

Jurgen Klinsmann, impegnato recentemente con Inter Forever nelle due amichevoli contro il Chelsea e il Norwich, ha rilasciato un’intervista a Inter TV dove ha ripercorso la sua esperienza in maglia nerazzurra: “Per me è stato come un sogno, ero allo Stoccarda, non un club al livello dell’Inter. E’ stata una scuola importantissima per la vita, ho imparato a prendere le persone come sono. In questi tre anni quello che ho imparato è rimasto dentro di me e da quel momento ero capace di andare ovunque. E’ stato un primo passo importantissimo dalla Germania all’Italia, una specie di università della vita. Ogni passaggio all’estero è stato importantissimo per capire la vita, ogni trasferta con l’Inter è stata un insegnamento, un’occasione di conoscenza di altre realtà italiane. Molto più importante ciò che accadeva fuori dal campo, anche se il campo mi pagava lo stipendio”.
PELLEGRINI – “All’inizio non capivo cosa voleva dire andare a cena con il presidente. Io sono rimasto senza parole per il suo stile, per il modo in cui parlava ai giocatori, la sua personalità, le discussioni tra i dirigenti. Momenti speciali. Ogni tanti ci invitava come squadra perché le cose andavano male e ci metteva in riga. Ma mi ha fatto capire cosa vuol dire rappresentare una società come l’Inter. Lui, come presidente di una grande società italiana, si comportava come fosse il presidente di una nazione”.

 

LEGGI ANCHE –> Thohir: “Icardi? Per lui l’Inter può chiedere anche 400 milioni!”

SPALLETTI E L’INTERISMO: DISCORSO DA BRIVIDI ALLA SQUADRA!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy