CdS – Domani si riunisce ancora la Lega: le ipotesi più gettonate per il campionato

CdS – Domani si riunisce ancora la Lega: le ipotesi più gettonate per il campionato

Il quotidiano romano prova ad entrare nella testa di Paolo Dal Pino

di Antonio Siragusano

Nuovo appuntamento con la Lega calcio previsto per la giornata di domani. Le 20 società di Serie A si riuniranno ancora in conference call per stabilire alcuni nodi importanti e rimasti in sospeso. Ovviamente, andranno valutati più scenari perché allo stato attuale risulta ancora impossibile stabilire una data certa in cui riprendere le attività. Alcuni presidenti come Cellino, ad esempio, temono che alla luce degli ultimi dati raccolti in tema di emergenza coronavirus, l’attuale campionato non avrà una conclusione. Così, questa mattina, il Corriere dello Sport ha toccato tutti gli argomenti che dovrebbero essere affrontati dai club con la Lega nella riunione di domani. Ecco i più urgenti:

IL CONTENUTO – “Devono stabilire l’agenda degli interventi più urgenti, ma considerando tutte le variabili: brevissima, breve, media e lunga distanza. Ovvero ripartenza a maggio (improbabile), a giugno (possibile), a luglio (realistica) o addirittura chiusura anticipa- ta della stagione”.

PROROGA CONTRATTI – “La proroga è uno dei temi in discussione: tra i primi a richiederla, Andrea Agnelli. Ma anche Galliani ne ha parlato nel corso dell’intervista rilasciata al nostro giornale considerandola inevitabile. Il lodo dell’ex ad del Milan ha incontrato il gradimento di Dal Pino; l’ostacolo difficilmente aggirabile, le urgenze economiche di alcuni club”.

BUCO ECONOMICO – “Anche il ridimensionamento è inevitabile, al momento non è prevista alcuna azione di solidarietà verso le leghe inferiori, trattandosi di realtà autonome sotto molti punti di vista. Presto sarà rivista anche la mutualità, paracadute compresi”.

NUOVO CALENDARIO – “Secondo alcuni presidenti (Cellino in testa: l’ha affermato ieri) il campionato deve ripartire a agosto/settembre così come è iniziato l’agosto scorso. Si potrebbe presto votare questa risoluzione, sono favorevoli 18 club su 20. Stessa cosa per le coppe ma è necessaria un’intesa con la Uefa. Lo spostamento di un anno di Euro 2020 dovrebbe ovviamente comportare anche quello dei Mondiali qatariani”.

IPOTESI STOP CAMPIONATO – “Gravina è contrario al congelamento della classifica, delle retrocessioni e delle promozioni. La Figc, a differenza della Lega, è un’ associazione riconosciuta da un punto di vista giuridico/ societario. Tuttavia per gli obblighi assunti gli amministratori rispondono anche in solido”.

POSIZIONI DEI CLUB – “Negli ultimi tempi è stata trovata una sorta di condivisione dei problemi e delle soluzioni, meno fragile rispetto al passato e soprattutto sostanziale. I presidenti più battaglieri e distanti dalle posizioni della maggioranza sono naturalmente Lotito e, per motivi differenti, De Laurentiis. Dal Pino è però convinto che i due portino elementi di valutazione ed eccezioni funzionali a una visione globale della situazione”.

COPPA ITALIA – “Al momento l’ipotesi dello slittamento di semifinali e finale ad agosto è la più concreta”.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Juve-Icardi, ci risiamo! La quarantena di Eriksen, l’annuncio di Infantino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy