Letterio Pino (entourage Icardi): “Rinnovo? Siamo sereni, si sente l’erede di Zanetti. Il Real Madrid ci aveva provato, mentre la Juventus…”

Letterio Pino (entourage Icardi): “Rinnovo? Siamo sereni, si sente l’erede di Zanetti. Il Real Madrid ci aveva provato, mentre la Juventus…”

Le parole dell’agente Fifa che ha curato l’arrivo in Italia del centravanti argentino

di Antonio Siragusano

Intervenuto telefonicamente nel corso della trasmissione mattutina di Top Calcio 24, Letterio Pino ha parlato della situazione contrattuale di Mauro Icardi all’Inter. Pino, agente Fifa da più di vent’anni, è l’uomo che ha curato l’arrivo dell’argentino prima in Italia e poi all’Inter, e che adesso fa parte dell’entourage del centravanti. Queste le sue parole, alle domande poste dal giornalista di fede nerazzurra, Fabrizio Biasin.

ICARDI – “Lui sappiamo cosa può dare, ha fatto gol e assist. Tante volte mi viene da sorridere se vogliamo trovare il pelo nell’uovo non partecipa alla manovra, ma in altre parti del mondo nessuno si permetterebbe di dire al capocannoniere del campionato italiano che segna da sempre che partecipa poco alla manovra. Poi va bene, le sue caratteristiche le conosciamo, poi se andiamo a vedere le partite è anche uomo assist”.

FASCIA DI CAPITANO – “Preciso che Icardi ho fatto il trasferimento dal Barcellona alla Samp E dalla Samp all’Inter insieme ad Ulisse Savini, in questo momento do una mano a Wanda che è lei la vera procuratrice di Mauro. Lui si sente capitano a tutti gli effetti, si sente erede di Zanetti. Poi lui è un personaggio social e magari i tifosi si fanno delle domande, però lui è un ragazzo serio, è felice e nonostante le voci di ogni mercato rimane all’Inter ed è contento di rimanere. La gente può pensare che io sono di parte, però in realtà mai nessun aumento è stato chiesto e non è mai stata posta alcuna condizione. Poi è chiaro che se un’azienda va bene e ha un dipendente che è molto bravo, si cerca di premiarlo. Però non c’è questo affanno, tanto è vero che il rinnovo non è stato fatto né richiesto da Wanda. Poi sulle sirene dall’estero o anche dall’Italia dal passato, ci sono sempre state e ci saranno, ben venga questa cosa perché vuol dire che il giocatore è appetito e Ausilio è stato bravo a prenderlo qualche anno fa. Come per le ragazze, meno male che gli fischiano per strada”.

TENTATIVO JUVE – “Forse è stata la somma di un po’ di situazioni, la Juve aveva la necessità di vendere Higuain e quindi si è accostato questo scambio. Ma a Mauro non ha mai sfiorato l’anticamera del cervello di lasciare l’Inter di cui è capitano. Giocare con due punte? Io non sono Spalletti e lui sicuramente ha soluzioni giuste, quindi sono chiacchiere da bar che noi facciamo. Però sicuramente avere un attaccante accanto che ti porta via un avversario faciliterebbe il lavoro di qualsiasi attaccante. Però Mauro ormai si è abituato a far reparto da solo. Poi tante volte ci si aspetta che il gol se lo inventi dal nulla, ma Icardi è un giocatore con determinate caratteristiche da area, non è un Altobelli per intenderci. Me lo tengo stretto così”.

INTER – “Secondo me può insidiare sicuramente il cammino della Juventus, che fa un campionato a parte è di un’altra categoria. Quando c’è una squadra così forte c’è poco da fare. Però sicuramente l’Inter è una delle più attrezzate perché Ausilio è stato bravo a comprare anche dei doppioni nei ruoli. Speriamo che l’Inter arrivi prima tra le inseguitrici. Io la vedo più anti-Napoli. Poi se ad un certo punto la Juventus dice ‘punto alla Champions, lo scudetto prendetelo voi…’. È ovviamente una battuta, la Juventus è troppo più forte”.

RINNOVO – “C’è serenità totale, chiaro che l’incontro prima o poi si farà nell’interesse di tutti, ma semplicemente da parte dell’Inter per dire ‘sei il mio capitano, io ti stimo e ti gratifico’. Ma nessuno si aspetta niente dall’Inter. Il Real Madrid? Sì, ci ha provato. Nel loro immaginario pensavano che andasse via Benzema e cercavano un profilo e tra questi c’era anche Icardi, ma sono state cose molto blande. Ad un certo punto c’è stato un vicolo cieco con Icardi che ha detto di voler rimanere all’Inter e basta. Sì lui resterebbe a vita perché a differenza di qualche meme che vedi in giro con altri giocatori che dicevano di tifare la squadra fin da bambino, Icardi davvero tifa Inter fin da bambino”.

LEGGI ANCHE –> Una notte da terza in classifica: Inter cinica e serpentesca. E c’è un dato che fa sorridere

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

WANDA NARA SHOW A TIKI TAKA: VA IN GOL COME ICARDI CONTRO IL TOTTENHAM!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy