Lukaku, gol e sacrificio: è nella top 10 di Serie A per palloni recuperati, primo tra gli attaccanti

Lukaku, gol e sacrificio: è nella top 10 di Serie A per palloni recuperati, primo tra gli attaccanti

Tre gol in sette presenze per l’attaccante belga, prezioso anche in fase di copertura

di Lorenzo Polimanti, @oldpoli

Contro la Juventus non ha fatto bene, tant’è che nelle pagelle a cura dell’inviato di Passioneinter.com è risultato il peggiore in campo con una pesante insufficienza. Ma nonostante questo e nonostante le prime critiche ricevute dai tifosi, Romelu Lukaku si conferma un elemento di fondamentale importanza per l’Inter e per il tecnico Antonio Conte che lo ha voluto fortemente a Milano. Un attaccante da record, potremmo dire. Sì perché la pausa per le nazionali è come di consueto il periodo perfetto per le analisi ed i primi bilanci e spulciando tra le statistiche del campionato di Serie A, si nota come il gigante belga, oltre ad aver firmato 3 reti importanti, in queste prime 7 giornate ha recuperato qualcosa come 95 palloni. Un numero importante, che gli vale il settimo posto assoluto al pari del cagliaritano Ceppitelli in questa speciale classifica. Da notare però come tutti gli altri calciatori presenti nella top 15 di questa speciale graduatoria siano difensori, a conferma di quanto l’ex Manchester United si stia impegnando anche in fase di ripiegamento e supporto alla squadra. Per trovare un altro attaccante bisogna arrivare alla posizione 32, che vede Belotti e Dzeko appaiati a quota 72 recuperi.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

CdS – Sospiro di sollievo per Conte: Sensi sarà pronto per la Champions. Out con il Sassuolo

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sgadd_301 - 1 settimana fa

    Purtroppo per noi interisti Lukaku sta a Icardi come Spalletti (quando giocava) sta a Messi. Non uno stop riuscito, non un anticipo di testa su qualunque avversario lo marcasse in quel momento. Il sacrificio lasciamolo ai Gagliardini (magari…) della situazione, noi vogliamo un attaccante che segni gol, non che prenda sei per l’impegno, perchè se il risultato dell’impegno è quello che si è visto domenica sera….. speriamo che il PSG non riscatti Icardi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy