Marotta ricorda Anastasi: “Grazie per tutte le emozioni. Minuto di silenzio? Era il minimo”

Marotta ricorda Anastasi: “Grazie per tutte le emozioni. Minuto di silenzio? Era il minimo”

Le parole del dirigente nerazzurro a margine del funerale

di Davide Ricci, @davide_r22

Un Beppe Marotta emozionato ha partecipato oggi al funerale di Pietro Anastasi, grande protagonista con la nazionale italiana. Il dirigente nerazzurro ha parlato ai giornalisti presenti come riportato da ilbianconero.com: “Il valore della memoria è molto forte. A Pietro va un ringraziamento per le emozioni che ha dato a tutti i tifosi nell’ambito della Nazionale, come nel ’68. E poi ha vestito maglie di società gloriose. Lo ricordo per le emozioni sportive e per i valori che è riuscito a rappresentare l’uomo. Ha portato l’umiltà dell’essere meridionale in un momento in cui le difficoltà d’inserimento erano forti. La sua permanenza a Torino in un momento storico di emigrazione rappresentava l’emblema del sud ed era l’idolo dei tifosi che erano venuti a Torino per lavorare alla FIAT. Ricordi? Ho avuto modo di conoscerlo da appassionato, poi ha collaborato con me nelle giovanili del Varese nel Monza come allenatore, avevamo un ottimo rapporto e mi ha lasciato tanti insegnamenti”.

E infine sul minuto di silenzio: “Noi l’abbiamo fatto a Lecce, era il minimo che potessimo fare”.

 


Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

[PODCAST] Passioneinter Talk #43: Acceleriamo!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy