Marotta: “Il nostro obiettivo? Crescere e migliorare. Lu-La, grandissimo inizio. Ecco come ci muoveremo a gennaio”

Marotta: “Il nostro obiettivo? Crescere e migliorare. Lu-La, grandissimo inizio. Ecco come ci muoveremo a gennaio”

L’amministratore delegato nerazzurro ha ritirato un premio a Reggio Calabria

di Lorenzo Della Savia, @loredstweet

L’occasione – ufficialmente – è quella del ritiro di un premio, l’“Oreste Granillo”, che Giuseppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, ha ritirato questa sera a Reggio Calabria. Ufficiosamente, però, è diventata anche una fonte d’interesse mediatico, perché il dirigente nerazzurro si è poi intrattenuto ai microfoni di Sky Sport, rilasciando un’intervista sul momento dell’Inter, a partire dall’ultima gara di campionato: “Quella contro il Brescia è stata una vittoria sofferta ma altrettanto meritata e questo mostra il grande carattere della squadra, la personalità, che rispecchia le caratteristiche dell’allenatore Antonio Conte – ha dichiarato Marotta – So che anche nei momenti di difficoltà si riesce sempre non solo a fare bella figura ma anche a portare a casa risultati importanti. Ci vuole fatica, passione, motivazione, ma in questo Conte è un grande maestro”.

SULLA CORSA IN CAMPIONATO – “Vogliamo sempre cercare di migliorare e acquistare maggiore determinazione, questo è il nostro obiettivo. I risultati ci stano dando ragione e anche qui viene premiato il lavoro che è cominciato a Lugano nel mese di luglio e che ci sta dando grandi soddisfazioni. E’ un processo graduale di crescita e quindi quest’anno è un momento di partenza, ci sono cose che devono essere migliorate e le miglioreremo sicuramente ma tutto deve avvenire con grande tranquillità senza mettere pressione ai protagonisti”.

SUL MERCATO DI GENNAIO – “Abbiamo l’obbligo di guardare e di cercare di approfittare di quelle che possono essere le opportunità e lo faremo sicuramente sapendo però che il solco è stato tracciato, c’è un’ottima rosa e su questa dobbiamo poggiare le nostre basi”.

SUL PERCORSO IN CHAMPIONS – “L’asticella deve essere sempre alta, non dobbiamo mai negarci la possibilità di arrivarci. E’ un girone, tolto il Barcellona, difficile perché il Borussia è una squadra ostica e noi l’abbiamo superata con merito ma con grandi difficoltà, lo Slavia Praga, lo abbiamo visto a San Siro, non regala niente, è una squadra che ha fatto soffrire anche il Barcellona e quindi è normale che ci sono ancora diversi punti a disposizione e diverse partite e dobbiamo affrontarle con quello spirito, quella voglia e quella capacità che abbiamo dimostrato nel corso della partita contro il Borussia e a Barcellona”.

SULLA COPPIA LU-LA – “Oggi giochiamo in un calcio moderno, che vuole che l’attaccante si metta a disposizione della squadra e questo Lukaku lo sta facendo molto bene oltre a segnare, ha fatto un inizio di campionato assolutamente positivo. Ha dei grandissimi margini di crescita, credo che ci regalerà grandi soddisfazioni. Per Lautaro Martinez vale lo stesso discorso, sta crescendo di domenica in domenica, è veramente un talento”.

Sfida la redazione di PassioneInter.com su Magic: crea la tua fanta squadra con i tuoi campioni preferiti e diventa il migliore fantacalcista d’Italia solo con La Gazzetta dello Sport.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – L’agente di Sensi a Barcellona: i dettagli. Le ultime in vista di Bologna-Inter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy