Milan-Inter, Spalletti: “Vecino? Scelta obbligata. Oggi grande interpretazione dei calciatori, non come contro l’Eintracht”

Milan-Inter, Spalletti: “Vecino? Scelta obbligata. Oggi grande interpretazione dei calciatori, non come contro l’Eintracht”

Soddisfatto l’allenatore nerazzurro per le scelte di questa sera

di Antonio Siragusano

Probabilmente si è trattato di una scelta obbligata, ma la posizione di Matias Vecino tra centrocampo è trequarti è senza dubbio stata la mossa di Spalletti che ha in un certo senso indirizzato il derby della Madonnina. L’uruguaiano, alla miglior prestazione di stagione, ha letteralmente fatto impazzire la mediana rossonera trovando dopo pochissimi minuti la rete del vantaggio. L’Inter trova così un 2-3 nel match contro il Milan che può dare un grande slancio da qui al termine del campionato. Intervenuto in conferenza stampa dal Meazza, ecco le parole dell’allenatore nerazzurro nel post-partita.

POSIZIONE VECINO – “Scelte perfette perché si aveva quello e le avrebbe fatte chiunque. I calciatori l’hanno interpretata bene, non lasciandosi intimorire da ciò che era successo in precedenza e da quello che gli era stato detto in questi giorni. Bisogna comportarsi da protagonisti veri facendo analisi corretti in base a ciò che è successo. Ci si prende il tempo per analizzare quello che si deve fare o non fare. Il tempo arriva fino a mezzanotte, quello che ho imparato è quello”.

PROSPETTIVE – “Da questo momento qui lascio tutti e mi comporto per la partita successiva, ma non porto tutto quello che è venuto fuori. C’è quello che ce la fa da solo e gli viene facile, mentre quello che non ce la fa gli si deve andare dentro la testa per fargli capire. Stasera l’hanno fatto in maniera perfetta, si sono comportati da calciatori che hanno queste qualità. Se non sei bravo a riprenderla tutte le volte è perché ti manca la disponibilità a lavorarci, si fanno i complimenti e si dice brava. Hanno vinto una grande partita contro grandi avversari. Tanta gente da entrambe le parti, la città di Milano deve essere orgogliosa di un derby così”.

PRESTAZIONE – “A volte ci sono cose che si mettono di traverso e vanno male. Ma a volte deve esserci l’atteggiamento giusto, i ruoli sono fondamentali. Nella partita contro l’Eintracht c’era gente che voleva fare tre ruoli e non ha fatto bene neanche il suo. Il Milan quando comincia a fare palla, sono forti, bravi sui passaggi sulla trequarti. La partita è stata pensata molto bene dal punto di vista tattico da Gattuso. Bisogna che gli crei gli spazi stretti. E’ stata una partita difficile lo stesso perché loro hanno più soluzioni. All’inizio poteva andare anche meglio perché Vecino sulla seconda palla poteva fare anche gol. La partita è iniziata con personalità per andare a prendere la metà campo, qualche volta ci siamo riusciti altre no. Quello che fa la differenza è la qualità dei calciatori, noi in questi tre giorni dovevamo trovare delle cose che potessero far ricredere sulle vere capacità di Vecino”.

Le PAGELLE di Milan-Inter: Lautaro uomo derby, Vecino la chiave. De Vrij, scuse accettate

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy