Nazionali, Skriniar: “Ritiro Skrtel? Non sono io il nuovo leader della difesa slovacca. Ora ci aspettano due gare difficili”

Nazionali, Skriniar: “Ritiro Skrtel? Non sono io il nuovo leader della difesa slovacca. Ora ci aspettano due gare difficili”

Il difensore nerazzurro Skriniar ha già superato le 20 presenze con la maglia della Slovacchia

di Alexander Ginestous, @AGinestous

Tra i vari giocatori nerazzurri impegnati con le proprie nazionali, c’è anche Milan Skriniar. Il difensore è stato chiamato alle armi dalla sua Slovacchia per i match contro Ungheria e Galles.

E proprio dal ritiro slovacco, Skriniar ha parlato ai microfoni di Profutbal.sk, spiegando, in riferimento al ritiro di Martin Skrtel, Tomáš Hubočan e Adam Nemec, come lui non abbia preferenze sul compagno di reperto che lo affiancherà in queste partite: “A me piace giocare con chiunque. Non credo di aver mai giocato con Lukas Stetina, forse solo con l’Ucraina a novembre 2017 quando ero in mezzo al campo. Ho fatto un paio di partite con Lubo Šatko e sicuramente ho giocato anche con Denis Vavro. Con molti è solo questione di abitudine. Se l’allenatore scegliesse una composizione del genere, non ci sarebbero problemi, anche se comunque uno come Skrtel è difficile da sostituire in difesa. Io non sono il nuovo leader della difesa”.

Poi sulle rivali ha parlato così: “L’Ungheria può certamente essere classificata tra le squadre più insidiose. Combattono su ogni palla. Il Galles è invece diversa come squadra. Quindi, quando abbiamo giocato con loro a EURO 2016, ero seduto in panchina,  ed ero sorpreso del loro gioco, ero ben combinati tra loro. Tuttavia, sono cambiati anche loro in quasi tre anni, quindi vedremo cosa ci aspetta ora”.

ESCLUSIVA – Vecchi: “Derby vinto da gruppo, Spalletti ci sa fare. Handanovic? Un gigante! Su Icardi…”

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy