Nuovo stadio, l’impianto potrebbe essere pronto prima delle Olimpiadi invernali: ecco l’anno da segnare in rosso

Nuovo stadio, l’impianto potrebbe essere pronto prima delle Olimpiadi invernali: ecco l’anno da segnare in rosso

Il nuovo impianto dovrebbe sorgere accanto all’attuale

di Lorenzo Della Savia

A sentire le argomentazioni delle due parti in gioco – Milan e Inter da un lato, Comune di Milano dall’altro – qualcuno potrebbe anche, forse a ragione, assumersi la responsabilità di pronosticare che il nuovo stadio delle milanesi verrà costruito di sana pianta, senza appellarsi alla ristrutturazione di San Siro (su cui il discorso demolizione, al massimo, resta in sospeso). Tanto più se dovesse essere vero quello che dicono i propugnatori del progetto (ergo le società) e che rilancia calcioefinanza.it, e cioè che l’impianto sarà pronto per il 2023, quando l’altro grande traguardo – le Olimpiadi invernali – è previsto per il 2026.

Sino a quella data – ha detto Sala – San Siro dovrà rimanere in piedi per la cerimonia d’inaugurazione. Intanto, a parlare, oggi, sono Antonello, Scaroni e Gazidis, dirigenti delle due società: “Nella nostra richiesta al Comune ci siamo avvalsi della legge sugli stadi che promuove lo sviluppo di infrastrutture favorendo anche la realizzazione di aree più estese a beneficio della comunità – spiegano – Per noi San Siro è il luogo ideale per lo stadio della Milano del futuro”.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 1.000 interisti!

Dall’appartenenza a “testa bassa e pedalare”: l’Inter di Conte parte dal metodo Marotta. E quante analogie con la Juventus!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy